rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024

VIDEO | Indiani ha un bomber in più. Persichini: "Arezzo grande piazza. Vengo per vincere"

Prima intervista con l'attaccante, classe '99, che arriva dalla serie C: "Nessuna pressione, sono qua con grandi motivazioni. E sono contento". L'esordio in amaranto, per motivi burocratici, il 29 gennaio

Classe '99, attaccante poliedrico, in grado di aggredire gli spazi ma anche di destreggiarsi dentro l'area, Lorenzo Persichini rappresenta l'ultimo investimento dell'Arezzo, tecnico ed economico. Alla squadra serviva una bocca da fuoco in più per alzare la media realizzativa e offrire a Indiani un'alternativa tattica di spessore, in modo da alternare 433 e 442, e Giovannini l'ha preso proprio per questo. Il direttore ha tenuto un occhio sul presente, cioè su questo campionato da vincere, e ha buttato uno sguardo pure sul futuro, visto che il giocatore farà parte del progetto futuro.

Dopo il settore giovanile nel Frosinone, Persichini è cresciuto in serie D nell'hinterland romano, mettendosi in evidenza con Monterosi (6 gol) e Vis Artena (11 gol), fino al boom della passata stagione con il Team Nuova Florida (18 reti), che gli è valso il salto di categoria alla Fidelis Andria. In Puglia però le cose sono andate bene solo in parte (10 presenze tra i professionisti, 0 gol) e, nonostante le offerte non mancassero, ha scelto di venire ad Arezzo.

"Le prime sensazioni sono molto positive - ha detto oggi prima dell'allenamento. Ho trovato un'organizzazione da categoria superiore, ottime strutture, intensità nel lavoro. Sono contento di essere qui".

L'unico inconveniente (burocratico) è legato al suo trasferimento, che gli consentirà di scendere in campo soltanto dal 29 gennaio (trasferta di Terranuova).

"Purtroppo dovrò aspettare altre due settimane per motivi burocratici ma fisicamente sto bene, ad Andria ho fatto anche il richiamo di preparazione. Arezzo non è un passo indietro, non ci ho pensato due volte ad accettare. E' la scelta giusta per me e spero anche per la piazza. Ad Andria sono cresciuto, nel girone meridionale di serie C il livello è alto, c'erano delle difficoltà ma io penso che il giocatore si plasma quando le cose vanno male. Caratterialmente mi è servita molto questa esperienza. Al Team Nuova Florida invece ho vissuto un ambiente familiare e so che qui è molto diverso, ma le pressioni le prendo come stimolo. Per me sono una motivazione in più. Sabato ho visto giocare la squadra contro l'Orvietana, ho caratteristiche diverse dagli altri compagni, mi piace attaccare la profondità e legare il gioco. Penso di essere una soluzione per il mister, posso integrarmi con tutti gli altri. Per venire in amaranto ho rinunciato ad altri due anni di contratto con l'Andria e non è stato un sacrificio. Spero di vincere il campionato e fare la Lega Pro qui ad Arezzo".

Video popolari

VIDEO | Indiani ha un bomber in più. Persichini: "Arezzo grande piazza. Vengo per vincere"

ArezzoNotizie è in caricamento