rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024

VIDEO | Manzo ha detto stop: "Basta errori, basta alibi. L'Arezzo deve vincere il campionato"

Il presidente ha strigliato la squadra dopo la pesante sconfitta di Terranuova: "E' stata un'umiliazione. Indiani? Confermato al cento per cento. Ma la maglia va onorata sempre"

Toni pacati, concetti chiarissimi. Guglielmo Manzo si è presentato allo stadio e ha chiuso squadra e staff nello spogliatoio per mettere tutti davanti alle proprie responsabilità. Il confronto è durato quasi un'ora, tant'è che i giocatori hanno iniziato l'allenamento al “Lebole” soltanto intorno alle 16. La batosta di Terranuova, ultimo capitombolo di un percorso in saliscendi che dura da 15 giornate, è stata dura da assorbire e il presidente ha atteso 48 ore prima del redde rationem, anche per sbollire la rabbia alimentata da una prestazione ingiustificabile.

“Quello che è successo domenica è pazzesco – ha detto Manzo ai cronisti. Da proprietario del club non posso che chiedere scusa ai tifosi, mentre ai giocatori ho ribadito che non devono farci umiliare così. Io l'altro ieri mi sono sentito umiliato. La maglia va onorata sempre e in questo senso ho chiesto rassicurazioni affinché non succeda più”.

Le parole più significative, il presidente le ha spese riguardo il futuro: “La società sta facendo sacrifici economici e di ogni genere, siamo uno dei pochi club sani in giro per il territorio. La proprietà vuole andare tra i professionisti e riportare l'Arezzo dove merita di stare. Prima però c'è da uscire da questa maledetta serie D e i ragazzi non hanno alibi. Devono vincere il campionato. Stop. Se poi qualcuno sarà più bravo di noi, gli faremo un applauso. Ma devono vincere loro, non perdere noi per colpa di atteggiamenti sbagliati. Tutte queste cose le ho dette all'interno di un chiarimento in assoluta serenità, da buon padre di famiglia ma mettendo i puntini sulle i. E vale sia per la squadra che per lo staff”.

Fiducia ribadita quindi, anche se i risultati saranno come sempre decisivi, soprattutto per Indiani: “Mancano 13 giornate, dobbiamo conquistare la promozione. Il come non m'importa. Al mister ho rinnovato tutta la mia stima, l'abbiamo scelto perché crediamo nelle sue capacità tecniche e umane. E' confermato al cento per cento, sperando che ci porterà a vincere il campionato. Anzi, ne sono straconvinto”.

Mentre Manzo rilasciava le interviste dentro la sala stampa, a poche decine di metri Indiani dirigeva l'allenamento. Domenica arriva la Flaminia e l'Arezzo ha un solo risultato davanti, come sempre. Adesso però i bonus sono veramente finiti.

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento