rotate-mobile
Sabato, 10 Dicembre 2022

VIDEO | Il gruppo Lem Industries è sempre più forte. Gualdani: "Noi riferimento mondiale per l'alta moda"

Presentata nella sede di Confindustria la fusione per incorporazione di Lem srl e X-Plating srl. Il gruppo ha 300 dipendenti e un fatturato stimato di circa 70 milioni di euro. Superato di slancio lo shock dell'incendio dell'8 aprile 2021

La fusione di Lem srl e X-Plating srl

Lem srl e X-Plating srl hanno imboccato la strada della fusione per diventare il fornitore italiano, indipendente e globale, per il mondo della moda, del luxury dei brand. Lem Srl, società “riferimento” mondiale per i trattamenti galvanici nel settore dell’alta moda, ha reso nota l’operazione di fusione per incorporazione di X-Plating srl in Lem Srl, società entrambe controllate dalla capogruppo Lem Industries S.p.A.

L’operazione di fusione per incorporazione, che vedrà la sua decorrenza a partire dal primo gennaio 2023, si inquadra nel più ampio processo di ridefinizione societaria del gruppo, volto a semplificarne la struttura e a meglio valorizzarne le sinergie commerciali, operative, amministrative e societarie.

La fusione permetterà infatti di completare la concentrazione in capo alla società Lem srl delle attività in precedenza svolte per il tramite di X-Plating srl consentendo non solo una razionalizzazione e ottimizzazione dei livelli decisionali, della gestione delle risorse e dei costi di struttura, ma anche un’eliminazione di duplicazioni e sovrapposizioni societarie, contabili, fiscali e amministrative. Le decisioni in ordine alla fusione sono state adottate, per le società incorporanda e incorporante, dalle relative assemblee dei soci nelle precedenti delibere con le quali sono stati approvati i relativi progetti di fusione.

Le competenze di Lem

Lem srl sviluppa soluzioni, sistemi completi e integrati per la valorizzazione e la protezione di tutti gli accessori per il settore della moda, che offrono un’elevata produttività, i più bassi costi di gestione, e performance qualitative che sono diventate standard di riferimento internazionale. Lem srl, dopo la fusione opererà con le due divisioni: Lem per il settore tradizionale e di leadership della galvanica e X-22 per il Pvd Tecnology System, processo e applicazione innovativa che posiziona Lem srl tra i pochi player del settore.

Lem srl, dopo la fusione diventa l’unico partner specializzato per tutte le soluzioni di finitura galvanica, PVD Tecnology System e Verniciatura - con un’altra azienda del gruppo. Tramite un’unica piattaforma a configurazione variabile, in Lem srl ora il cliente avrà accesso a tutte le lavorazioni possibili, a tutti i dati operativi e produttivi, ai codici di tracciabilità e livelli standard in tempo reale – utilizzando servizi connessi e sincronizzati. In questo modo Lem srl garantisce il pieno controllo delle attività, minimizzando tutti i tempi di gestione e valorizzando il profitto in tutte le commesse.

Lem srl desidera valorizzare il percorso di creazione e presidio dei processi tecnologici e produttivi che derivano dalla completa conoscenza dell’ecosistema industriale ed artigianale territoriale, della filiera di competenza e dalla lunga esperienza maturata in quello che rende il business dei brand più attraente, distintivo, elettivo e certamente sostenibile. Lem srl, assicura una filiera produttiva realmente tracciabile, sostenibile e circolare ogni giorno, operando per la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030.

Gualdani: "Flessibilità, indipendenza e trasparenza le nostre parole d'ordine"

“I mercati, in questo momento, premiano i gruppi che sanno rispondere con maggiore flessibilità, indipendenza e trasparenza al mondo al mercato economico finanziario e nel rapporto con i brand. Mentre danno per oramai irrinunciabile la “sostenibilità” che è diventata come la “qualità” acquista, anche se ancora molto c’è da fare, soprattutto con il sud produttivo del mondo. Flessibilità, indipendenza e trasparenza rappresentano per la nostra fusione le parole d’ordine. Si è flessibili solo se si è fortemente ancorati, flessibilità vuol dire essere disponibili a cambiare il proprio assetto produttivo in relazione alle variabili del mercato e dei clienti.

La fusione è per noi l’ancoraggio più importante al nostro territorio, inteso come ecosistema produttivo territoriale, ai nostri valori, alle nostre filiere di competenze, dove all’interno vive anche il sistema bancario, finanziario, universitario, la forza del lavoro, le comunità locali. Non da ultimo questa fusione abbraccia e rafforza il nostro legame con il Made in Italy che tutto il mondo ci invidia. Si è indipendenti quando si ha tutto sotto la propria responsabilità, indipendenza significa raccogliere a sé tutte le forze per poterle, orientare e averne il controllo totale, poterne misurare la potenza e l’integrità soprattutto del “capitale umano”.

La fusione è per noi un’azione di indipendenza per poter assicurare al nostro cliente la più rapida e diretta relazione economica e produttiva, nella conferma che tutte le risorse verranno destinate a migliorare i servizi, a lui destinati. Indipendenza significa posizionare i propri clienti al primo posto e non le logiche finanziarie di gruppi economici esterni alla struttura valoriale e produttiva del gruppo. Significa metterci la faccia e rispondere dei propri successi e/o errori, ridurre i compromessi, non rinnegare la propria storia.

Si è trasparenti quando si è semplici, anche complessi ma non complicati. La fusione è per noi un’azione di semplicità e di trasparenza per poter sempre rapportarci in modo diretto, credibile e leale con tutti i nostri stakeholders. La trasparenza è anche il nostro colore; una dichiarazione che non guardiamo mai ai singoli colori favorendo un’inclusività che apre le porte a tutti".

Profilo di Lem srl

Lem srl è l’azienda storica del Gruppo, nasce nel 1974 e in questi quasi 50 anni è diventata il “riferimento” mondiale per i trattamenti galvanici nel settore dell’alta moda. È passata da 15 dipendenti nel 2003 a circa 210 dipendenti attuali. Il fatturato è passato dai 16.379.000 di euro del 2010 ai 43.305.000 di euro del 2021. Questa costante crescita è stata possibile grazie alla capacità di LEM srl di investire continuamente in nuovi impianti ed in nuove linee di produzione. Attualmente fanno parte dell’area produttiva:

• Impianto galvanica statico di elettrodeposizione manuale (finiture nichel);

• Impianto galvanico statico di elettrodeposizione automatico (finiture nichel);

• Impianto galvanico roto barile semi – automatico (finiture nichel e nichel free);

• Impianto vibratura (sia per scopertura che per finiture invecchiate “vintage”).

L'incendio dell'8 aprile 2021

Come noto nella serata dellʼ8 aprile 2021, lo stabilimento della Lem srl in via Leo Valiani 55/59 a Bucineè stato colpito da un incendio che ha distrutto completamente l’area produttiva, compreso l’impianto galvanica statico di elettrodeposizione manuale. Ciò nonostante, Lem srl è riuscita a sopperire immediatamente alla situazione di emergenza utilizzando l’impianto di proprietà di X-Plating srl, riorganizzando tutto l’organico a disposizione e mantenendo la continuità aziendale.

Nel 2019 è iniziata la progettazione del nuovo impianto automatico e robotizzato dedicato alla produzione Nickel Free, che è entrato in funzione nel 2021 capace della più grande capacità produttiva al mondo, per il settore moda e luxury. Quello del Nickel Free rappresenta una vera e propria richiesta del mercato, che avrà importanti trend di crescita.

Oltre ad aver investito nell’area produttiva, negli ultimi anni Lem srl ha dedicato importanti risorse nella realizzazione di un laboratorio di ricerca e sviluppo interno, dotato di impianti e macchinari di ultima generazione e di personale altamente qualificato, che ha consentito di mettere sotto controllo l’intero processo produttivo, e di sviluppare attraverso la ricerca metodiche personalizzate non reperibili sul mercato. Oltre alle attività di controllo ordinarie, l’area ricerca e sviluppo partecipa attivamente ad iniziative promosse dalle Università e dai centri di ricerca (es. CNR, INSTM) collaborando a progetti interdisciplinari, con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative a quelle che attualmente rappresentano lo stato dell’arte.

Un fiore all’occhiello di Lem srl è rappresentato dal reparto campionario che è in grado di gestire le esigenze dei clienti nei periodi di picco (es. sfilate alta moda) con tempi di consegna al di sotto delle 24 ore. Tutto questo passa attraverso un processo di incremento medio del personale qualificato in azienda che è passato da 1 laureato nel 2003 (su 35 dipendenti attivi) a 18 laureati tecnico / scientifici nel 2021 (su circa 210 dipendenti attivi).

Nel corso degli ultimi 5 anni LEM srl ha ottenuto le seguenti certificazioni: ISO9001 (Qualità), SA8000 (Etica, sociale e sicurezza), ISO14001 (Ambientale). Queste qualifiche hanno consentito a LEM srl di confermare la propria vocazione naturale a diventare partner e fornitore diretto delle più importanti Luxury brands.

Il progetto di fusione

L’operazione di fusione Lem srl – X-Plating srl è stata oggetto di un’attenta analisi preventiva dove sono stati attentamente valutati tutti i potenziali vantaggi ottenibili così come le eventuali criticità. L'operazione è finalizzata alla realizzazione di una unica e più razionale struttura societaria che consenta anche la riduzione di costi di produzione, di quelli amministrativi e generali rispetto ai costi sostenuti in precedenza dalle società coinvolte. Le società svolgono attività analoghe e/o affini appartenendo entrambe al Gruppo Lem Industries S.P.A.

L'obbiettivo primario è infatti la razionalizzazione organizzativa ed amministrativa attraverso l'estinzione della società incorporanda che comporterà la riduzione dei costi di funzionamento, il consolidamento delle risorse finanziarie e l’accentramento delle due attività all’interno della incorporante che così assumerà una dimensione ancora più importante nonostante la stessa sia già leader a livello internazionale nelle lavorazioni galvaniche per il settore moda.

La concentrazione delle risorse in termini di investimenti fatti e ancora da fare - il nuovo impianto galvanico di prossima realizzazione - nonché la riorganizzazione delle risorse umane nella stessa compagine aziendale permetterà di ottenere un incremento della produttività e della qualità dei servizi offerti e quindi un significativo miglioramento dei risultati economici futuri.

Lem, alcuni dati dopo la fusione

Dipendenti: 300

Quote rosa: 50%

Età media: 38 anni

Investimento in sostenibilità pari a 10% del fatturato

Mq produttivi: TOT 15.000

Fatturato 70 milioni di euro (stima)

Internazionalizzazione a KM0

Video popolari

VIDEO | Il gruppo Lem Industries è sempre più forte. Gualdani: "Noi riferimento mondiale per l'alta moda"

ArezzoNotizie è in caricamento