rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

VIDEO | Cittadella della salute: cantieri in partenza. Oltre 13 milioni per riqualificare il Pionta

In attesa dell'ok il progetto riguardante la creazione del nuovo hospice. "La Regione - ha detto il direttore generale D'Urso - ha rassicurato sulla fattibilità"

Demolizioni, interventi strutturali, edificazioni e poi adeguamenti sismici e antincendio. Il tutto per un investimento complessivo di 13 milioni di euro. La nuova vita del Colle del Pionta passa anche, e soprattutto, attraverso le opere di riqualificazione previste dalla Asl Toscana sud est che ha previsto di portare a compimento entro il 2026. “Siamo tenuti a rispettare una precisa tabella di marcia - ha spiegato Antonella Valeri, direttrice del dipartimento tecnico della Asl - molti dei fondi ai quali abbiamo avuto accesso per queste opere provengono dal Pnrr e bandi ministeriali. Quindi la tabella di marcia dei cantieri sarà incalzante. Ma non ci tiriamo indietro”.

In stand by, al momento, il progetto riguardante la realizzazione del nuovo hospice che, come ricordato dal direttore generale dell’azienda sanitaria, Antonio D’Urso, è in fase di valutazione da parte della Regione Toscana. “Non si tratta - ha specificato il direttore - di un’intervento già finanziato. Da parte del presidente e dell’assessore regionale ho ricevuto specifiche rassicurazioni e, in più di un’occasione mi hanno dimostrato particolare interesse affinché Arezzo possa contare su questa struttura”.

Le opere di prossima realizzazione e già finanziate

A presentare le opere è stato il direttore generale D'Urso che ha ricordato come “in questo viaggio d’innovazione coinvolgeremo anche gli stakeholder aretini e tutti coloro che potranno dare un contributo significativo a questa trasformazione. Questo impegno sul Pionta si affianca a quello già attivo che coinvolge il rinnovamento dell'ospedale San Donato. La missione dell’azienda sanitaria nei prossimi anni non sarà semplicemente gestire al meglio le risorse del pnrr, ma anche consegnare alla comunità una nuova organizzazione socio/sanitaria integrata efficiente, moderna e vicina ai bisogni dei cittadini. il programma che riguarda l'area del Pionta è parte fondamentale di questo percorso”.

Nella sola area del Pionta, dove la proprietà si divide tra Provincia, Comune, Università e azienda sanitaria, verranno demolite le palazzine dell’ex manicomio conosciute come “cucina”, “stanza fredda” e “bagni”. Tali strutture si trovano dietro all’edificio centrale dove attualmente ha sede la segreteria del campus universitario. Da tempo immemore si trovano in stato di completo abbandono e, purtroppo, sono tristemente note per essere state utilizzate come ricovero da tossicodipendenti. Malgrado attualmente siano stati resi inaccessibili le strutture non possono essere recuperate per cui è stato necessario prevederne la demolizione (399mila euro). Sempre all’interno del Pionta troverà spazio il nuovo centro per l’Autismo e salute mentale (4 milioni di euro) così come l’ospedale di comunità (via Laschi investimento da 2,5 milioni di euro). Da ultimo, ovviamente previo ottenimento dei finanziamenti, qui troverà spazio anche l’hospice.

Il dettaglio degli interventi previsti dalla Asl

WhatsApp Image 2022-02-16 at 10.49.41-2

I lavori, (partendo dalla demolizione delle palazzine) inizieranno a giugno 2022 per concludersi definitivamente, con la realizzazione degli interventi finanziati dal pnrr, nel 2026. In questo percorso la Asl investe 2,850 milioni di euro dalle proprie casse mentre, il resto della cifra è coperto da fondi ottenuti dal Comune di Arezzo tramite il bando periferie e dallo Stato con i fondi ex art.20.

Video popolari

VIDEO | Cittadella della salute: cantieri in partenza. Oltre 13 milioni per riqualificare il Pionta

ArezzoNotizie è in caricamento