Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, Giani: "Ospedali rinforzati per il post pandemia". Oggi l'arrivo di 50mila vaccini per gli anziani

"Adesso dobbiamo pensare al futuro, guardare al post Covid e riorganizzare la sanità. Le Asl sono in sofferenza, ma ne stiamo uscendo".

 

"La speranza è quella di essersi lasciati i giorni peggiori alle spalle, ma per il futuro dobbiamo rivedere le nostre strutture sanitarie". Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani commenta così questo drammatico colpo di coda della pandemia. Non sembra raccogliere l'invito delle istituzioni locali di creare strutture temporanee per "tamponare" le difficoltà del momento. Passato il momento più critico, l'obiettivo adesso pare essere chiaro: attendere che l'emergenza sia conclusa per sedersi a un tavolo e "valutare in prospettiva soluzioni strutturate che offrano più possibilità di cura nella Asl Toscana Sud".

Nel giorno del ricordo delle vittime del Covid il governatore ha sottolineato che "nella Regione Toscana sono stati più di 5mila i decessi. Questo virus non ci ha portato via solo un anno: l'emergenza da sanitaria è divenuta economica, con riflessi sulle giovani generazioni. Le nostre strutture sanitarie registrano sempre più di frequente situazioni di disagio. Noi dobbiamo trovare adesso la forza per guardare al futuro".

La chiave di volta potrebbero essere i vaccini. La Toscana è tra le prime regioni in Italia per il totale di dosi inoculate. Ma i vaccini per gli ultra ottantenni stanno andando a rilento, tanto che proprio ieri una classifica di Corriere della Sera sottolineava come solo il 5,3 per cento degli ultra 80enni abbia ricevuto anche la seconda dose. 

"Avevamo confidato in una disponibilità maggiore di vaccini Pfizer, come ci era stato promesso: ma le dosi arrivate non sono state quelle promesse. Da oggi però siamo pronti a recuperare: in questa gioranta, infatti, arriveranno 50mila vaccini che saranno tutti destinati agli ultra 80enni".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento