Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | "Ciao Ruben, il nostro guerriero". Il toccante addio al 16enne scomparso

Tutti insieme per dire addio a Ruben Bindi, strappato alla vita a soli 16 anni. Oggi è stato il giorno dell'ultimo saluto, del funerale in chiesa. Ma prima c'è stata la camera ardente all'aperto, sul manto dello stadio: ecco il commovente video realizzato dalla Sangiovannese

Un addio commovente, con il prato del Fedini che ha ospitato ragazzi e adulti, familiari, amici e conoscenti. Tutti insieme per dire addio a Ruben Bindistrappato alla vita a soli 16 anni due giorni fa. Oggi è stato il giorno dell'ultimo saluto, del funerale in chiesa, ma prima c'è stata la camera ardente all'aperto, sul manto dello stadio di San Giovanni Valdarno.

L'addio allo stadio

L'abbraccio di una città intera a una famiglia ferita, documentato in questo toccante video realizzato e pubblicato su Facebook dalla Sangiovannese. "Ruben era un pezzo di noi, della nostra comunità e lo rimarrà sempre. Il nostro guerriero", così è stato ricordato il giovane calciatore, vittima di un tremendo incidente stradale alla fine del 2019. Le parole dette sono state accompagnate anche da quelle scritte, come quelle sul grande striscione bianco-azzurro, steso in mezzo al campo: "Un figlio, un fratello, un amico. Il dolore infinito di una città". E poi, sull'erba, la scritta "Ruben per sempre".

Le maglie sul feretro

La vita di Ruben era stata segnata da quel tremendo 23 dicembre 2019, quando uno scontro in scooter a San Giovanni Valdarno ne aveva comportato il ricovero in ospedale in gravissime condizioni. Ha lottato per un anno e mezzo, fino al 18 maggio. Oggi la città di San Giovanni lo ha salutato con commozione. Il calcio, sua grande passione, l'ha accompagnato nell'ultimo giorno: sul feretro bianco c'eranpo le maglie della Sangiovannese, società in cui era cresciuto, dell'Atletico Levane Leona, dove aveva giocato negli ultimi tempi. E quella della Fiorentina, la squadra del cuore.

La messa con il vescovo

L'uscita dallo stadio è avvenuta alle 14,30, quando la bara è stata portata alla Chiesa della Croce dei Papi, dove si sono svolti i funerali, con la cerimonia officiata dal vescovo di Fiesole Mario Meini. Un ricordo è stato fatto anche dalla sindaca sangiovannese Valentina Vadi.

Immagini e video tratti dalla pagina facebook dell'ASD Sangiovannese 1927

Si parla di

Video popolari

VIDEO | "Ciao Ruben, il nostro guerriero". Il toccante addio al 16enne scomparso

ArezzoNotizie è in caricamento