Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le imprese aretine hanno fame di nuove competenze tecnologiche". Platea di giovani in Confindustria

Una “bussola” per orientarsi fra i tanti percorsi formativi che offrono straordinarie opportunità occupazionali, ma che spesso i giovani studenti non conoscono o conoscono ancora troppo poco

 

Un focus sulle professioni del futuro. E quindi sulle scelte immediate che i giovani aretini possono e dovrebbero fare per entrare con efficacia in contatto con il mondo del lavoro. E' stato questo l'obiettivo della nuova edizione di Orienta-to che si è svolto questa mattina ad Arezzo nella sede degli Industriali. Un impegno dei Giovani imprenditori di Confindustria Toscana, in collaborazione con i gruppi Giovani Imprenditori delle rispettive città toscane che partecipano all’iniziativa, che ha l'obiettivo di agevolare i giovani studenti nella scelta della propria carriera professionale.

Una “bussola” per orientarsi fra i tanti percorsi formativi che offrono straordinarie opportunità occupazionali, ma che spesso i giovani studenti non conoscono o conoscono ancora troppo poco. Ad Arezzo, presso la sede degli Industriali di Via Roma, hanno partecipato un centinaio di persone tra studenti e insegnanti dell’Itis Galilei, del Liceo Vittoria Colonna di Arezzo, delle Università di Firenze, Siena, Pisa e degli ITS regionali.

“Scopo dell’iniziativa, che ogni anno registra grande successo, è quello di provare a ridurre il gap tra domanda e offerta di lavoro che esiste anche nel nostro territorio – dice Francesco Fumagalli presidente dei Giovani Imprenditori della Delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud – a questo proposito, mettere in contatto università ed Its con i giovani del territorio è sempre positivo e aiuta gli studenti a scegliere il percorso formativo più adatto alle proprie inclinazioni, che vada incontro alla domanda e alle richieste delle aziende del territorio. Arezzo è una provincia industriale, vogliamo aiutare i ragazzi a fare scelte consapevoli per il loro futuro”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento