Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Butali: "Provvedimenti contro il video di Gamurrini. Adesso Ghinelli prenda le distanze dal suo vice"

"Ciò che abbiamo ascoltato -dice Butali - rappresenta l'esatto contrario di quel tratto ed educazione che ci si dovrebbe sempre aspettare da un pubblico amministratore, soprattutto in una competizione elettorale che, a memoria, non ho mai visto scivolare così in basso"

 

"La brutta vicenda che mi ha visto bersaglio di calunnie e offese da parte del vice sindaco Gamurrini, non può passare in silenzio". Fabio Butali, candidato a sindaco sostenuto dalla lista Prima Arezzo, all'indomani della pubblicazione del video in cui Gamurrini lo apostrofa con epiteti a dir poco coloriti in seguito una dichiarazione del candidato durante un incontro elettorale, risponde annunciando provvedimenti legali. 

"A tutela della mia dignità, ma anche delle persone che, con entusiasmo, passione ed abnegazione, hanno aderito al progetto di Prima Arezzo, ho dato mandato al mio legale di procedere nelle sedi opportune.
La cosa importante da tenere ben presente è che ieri sera, ciò che abbiamo tutti ascoltato rappresenta l'esatto contrario di quel tratto ed educazione che ci si dovrebbe sempre aspettare da un pubblico amministratore, soprattutto in una competizione elettorale che, a memoria, non ho mai visto scivolare così in basso, pur nei più accesi dibattiti.
L’attuale vice sindaco Gamurrini, con la supponenza che molti gli riconoscono, oltre a tutto ciò che ha detto ed al come lo ha detto, ha anche tradito un aspetto che pure aveva sempre e pubblicamente  rimarcato, anche nel ruolo che ricopre, come assessore e come figurante della Giostra del Saracino, che è quello del rispetto delle regole all'interno di una competizione, per quanto aspra e spigolosa possa essere.

I rapporti tra Butali e Gamurrini si erano raffredati poco prima dell'inizio della corsa a sindaco, quando il candidato era uscito da Ora Ghinelli " ma non per mia volontà", sostiene Butali. Pare però che il clima non fosse teso, tanto che i due avevano partecipato all'inaugurazione del Percorso Espositivo "I colori della Giostra", in una atmosfera di cordialità. Poi la vicenda di ieri sera.

Ora mi aspetto che, vista la carica istituzionale rappresentata da Gamurrini, l'attuale sindaco, in carica fino a lunedì, prenda al più presto le distanze, a nome anche della Giunta, da un comportamento che, a nostro parere, lede, oltre che la mia e quella di tutta la lista che rappresento, la dignità di tutti gli organi istituzionali aretini, dalla Giunta al Consiglio, che trovano il loro fondamento in quei principi fondamentali e basici di educazione e rispetto, che hanno sempre caratterizzato la mia vita, professionale e personale".

Poi Butali torna a parlare di campagna elettorale: "L'obbiettivo di riportare Arezzo e, a questo punto, anche le istituzioni che la rappresentano, ai livelli degni del suo nome. E le reazioni a questa brutta vicenda avute e manifestate da alcuni personaggi che, dall'alto del ruolo politico o professionale ricoperti, dovrebbero essere d’esempio, dal sorrisetto di assenso alla standing ovation, dimostrano meglio d’ogni altra cosa chi, fin'ora, ha gestito la nostra città e quanto distanti siamo dai livelli di cui sopra".
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento