rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024

VIDEO | Arezzo, la linea di Cutolo: "Migliorare senza fare rivoluzioni. Troise prima scelta"

Il direttore sportivo e le indicazioni per il mercato: "Aggiungeremo quattro o cinque elementi a una rosa già competitiva, il minutaggio non sarà un obbligo. Assumo un impegno incondizionato nei confronti della piazza e della proprietà"

E' toccato a lui spiegare in conferenza stampa i motivi della scelta di Emanuele Troise, nuovo allenatore amaranto. Nello Cutolo adesso è il punto di riferimento del presidente Guglielmo Manzo, che lo ha gratificato con un contratto triennale, aumentandogli il budget per la campagna acquisti rispetto alla passata stagione. Ed è anche il responsabile dell'area tecnica, due anni dopo aver avviato la carriera dirigenziale prima come club manager e poi, una volta conseguito il diploma di Coverciano, come direttore sportivo. Un biennio trascorso a fianco di Paolo Giovannini che, parole del diretto interessato, "è stato molto formativo come lo sono tutte le esperienze professionali".

"Assumo un impegno incondizionato nei confronti della piazza e della proprietà - ha spiegato Cutolo. Il mister arriva ad Arezzo in un momento perfetto, al termine di un percorso di formazione che si sposa alla grande con le sue e le nostre ambizioni di crescita. Troise è stato il primo allenatore che ho contattato, appena ho saputo che non avrebbe proseguito a Rimini. Colloqui ne ho avuti solo con lui e con Fabio Caserta, che resta un amico e un profilo altissimo per la categoria. Di Troise mi piace la duttilità tattica che secondo me è necessaria per guidare una squadra come la nostra: fin dall'inizio è stato la mia prima scelta".

Mercato

"A oggi abbiamo 19 contratti. Le liste in Lega Pro prevedono al massimo 23 giocatori, quindi sulla base di questo parametro ci muoveremo per migliorare la rosa senza rivoluzionarla. Ci sono quattro prestiti che tornano alla base (Coccia al Modena, Mawuli al Sud Tirol, Donati e Renzi all'Empoli) e mi piacerebbe trattenerli tutti, anche se non so se sarà possibile. Non dimentichiamo che, al contrario, rientrano diversi ragazzi che avevamo mandato in D a fare esperienza: penso a Maloku dell'Aglianese, Fiore della Romana Fc, Zhupa del Figline. A qualcuno di loro mi piacerebbe dare una chance tra i professionisti. Minutaggio? Non era un obbligo l'anno scorso, non lo sarà nemmeno quest'anno. Se poi troviamo il modo di far entrare denaro nelle casse della società, ben venga".

Giocatori

"Borra è un portiere sotto contratto con noi, darò modo al mister di valutarlo. Per Castiglia, in scadenza di contratto, stiamo vagliando novità positive per il suo cammino professionale e nei prossimi giorni decideremo. Idem per quanto riguarda Foglia: lui è vincolato fino al 2025 ma lo incontrerò a breve per capire cosa fare. Sebastiani fa parte insieme a Gucci di un reparto avanzato che andremo a completare, perché sono dell'idea che servano tre attaccanti per rendere più competitivo il gruppo".

Responsabilità

"Da adesso per me comincia un'altra storia. Vivo in questa città, ne conosco i pregi e i difetti. Arezzo è stata una fucina per tanti allenatori e direttori, quindi eredito anche questo peso che mi prendo volentieri sulle spalle. Ci saranno delle difficoltà in stagione, lo so, e anche quelli saranno momenti di crescita personale e professionale. Con l'aiuto di tutti li supereremo".

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento