rotate-mobile
Video Centro Storico / Via Porta Buia

VIDEO | L'affetto dell'ex studente e la pinza all'opera: iniziato l'abbattimento della scuola media Cesalpino

Dopo circa 50 anni di onorata carriera la scuola media Cesalpino saluta Arezzo, è solo un arrivederci perché nel 2026 nello stesso posto, ci sarà la nuova struttura

Nel 2026 i ragazzi che saranno iscritti alla scuola media Cesalpino potranno entrare nelle nuove aule di via Porta Buia. Qui l'amministrazione comunale ha deciso di abbattere e ricostruire il grande istituto comprensivo del centro storico, grazie ai finanziamenti del Pnrr. La presentazione del progetto risale al giugno del 2021. Sui banchi hanno studiato migliaia di ragazzini e di ragazzine aretine nel corso di circa 50 anni di insegnamento. E sono quindi tanti gli aretini affezionati a questo luogo. 

L'ex studente al cantiere 

"Quando son entrato in cantiere - racconta l'assessore Alessandro Casi - un vecchio studente si è avvicinato e mi ha detto che era venuto a vedere, ha detto che per lui è un dispiacere che venga demolita però era anche soddisfatto che fosse data continuità, che venisse ricostruita qui nel centro storico."

L'avvio del cantiere

Nel corso del mese di maggio sono iniziate le opere di cantierizzazione e la bonifica interna, sono state smontate le porte interne, con la relativa caratterizzazione dei materiali di scarto. Poi sul posto sono arrivati i mezzi pesanti tra i quali una gru che termina con una grande pinza. Questo lo strumento usato per abbattere l'immobile a partire dal tetto a scendere. Un metodo meno veloce, ma anche meno impattante in termini di rumori e di polvere, rispetto a quello che venne usato circa 20 anni fa quando fu abbattuta, per essere spostata, la scuola media Margaritone che si trovava dove ora sorge il palazzo dell'omonima via. 

L'opera di demolizione della scuola Cesalpino, sorta tra il 1969 e il 1970, durerà un mese circa. A partire da questa mattina la pinza ha tirato giù grondaie e i primi pezzi delle pareti, mentre un idrante ha spruzzato acqua per evitare la dispersione delle polveri. A fine estate invece sarà il momento giusto per vedere le fondazioni della nuova struttura. Da anni era chiusa per motivi di mancanza di sicurezza strutturale e gli studenti erano stati spostati nella vicina sede dentro l'ex Cadorna in piazza Amintore Fanfani.

Il cantiere di abbattimento della Cesalpino

La Cesalpino che sarà

La nuova Cesalpino sorgerà esattamente dove si trova adesso. Sarà autonoma dal punto di vista energetico grazie alla copertura con pannelli fotovoltaici che sarà installata e che alimenterà le aule e il resto degli uffici. 

"Si tratta di un intervento finanziato con fondi Pnrr da oltre 9milioni di euro - spiega ancora Casi - La nuova scuola sarà moderna con una capienza di 21 aule, per dare spazio a 7 sezioni per i 3 anni scolastici. Sarà a consumo zero di energia, anche gli infissi sono progettati per dare il maggiore comfort ambientale e termico ai ragazzi, l'impianto di illuminazione si adatterà in base ai raggi solari che entreranno in aula. Avrà laboratori, biblioteca e un grande auditorium."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ArezzoNotizie è in caricamento