Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sensualità e ironia. Ornella Vanoni chiude #Pinkheart con "Rossetto e cioccolato" - VIDEO

La cantante 85enne si è mostrata sempre molto vicina all'associazione delle donne operate al seno

 

Sensualità e ironia, quasi un po' di pazzia, lo ha detto lei stessa. Ornella Vanoni ha chiuso con stile, eleganza e ironia la serata di Pinkheart, l'evento voluto da Sugar e da Ermanno Scervino per raccogliere fondi a favore di Andos, l'associazione che riunisce le donne operate al seno alla quale la Vanoni è molto legata.

"Sì, mi chiamo Ornella da sempre, me lo ricordo e se volete vi canto una canzone che ho scritto io". Così sono partite le note di "Rossetto e Cioccolato", con la splendida e intramontabile voce della Vanoni accompagnata al pianoforte da Fabio Valdemarin.

La gonna si smuove, il sorriso diventa ammiccante e malizioso, qualche parola della canzone salta. Ma lei intrattiene, strappa applausi e risate. E sul leggio ricerca il testo e ricomincia con grande nonchalance e padronanza del palco. Non potrebbe essere altrimenti per l'85enne con l'animo di una quarantenne e un fisico invidiabile.

"Sì sono un po' matta,  ma più passano gli anni e più bisogna diventare matti sennò si diventa dei gran rompic........"

Fuori dal palco, o meglio della lizza, ha rilasciato anche dichiarazioni al microfono testimoniando tutta la sua vicinanza al tema della serata, alle donne operate al seno rappresentate dall'associazione Andos.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento