Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultimo restauro e niente stop alle auto. "L'obiettivo è il ponte bis". Chiassai: "Non ci fermeremo"

La presidente della Provincia, Silvia Chiassai Martini, annuncia l'ultimo step di lavori sul Ponte Buriano

 

Torna nuovamente il cantiere su Ponte Buriano dove, da lunedì 16 settembre, riprenderanno gli interventi di restauro e messa in sicurezza dell'infrastruttura.
Una notizia che, come successo in passato, per molti ha rappresentato l'avvio di un vero e proprio incubo. Già perché i lavori di recupero dei rostri hanno implicato anche la chiusura al traffico del ponte, unico attraversamento sull'Arno presente lungo la Setteponti. Una misura, a detta dei tecnici, necessaria ma, allo stesso tempo, un dramma per autmobilisti, residenti e commercianti della zona che hanno vissuto mesi di gravi disagi a causa della difficoltà nei collegamenti.

Appena scelta come presidente della Provincia - ha sottolineato Silvia Chiassai Martini - sono andata a Ponte Buriano per incontrare la popolazione e confrontarmi coi i residenti. Mi venne rappresentata una situazione molto difficile. In quella stessa circostanza promisi che non avrebbero più dovuto sopportare una situazione così. E dunque ogni promessa è debito: non ci saranno più ordinanze di chiusura.

L'ultimo step di lavori, finanziato dalla Regione Toscana per 700mila euro, si concluderà presumibilmente entro il mese di febbraio 2020

Ma la necessità di una infrastruttura alternativa al ponte romanico che secondo alcuni sarebbe stato immortalato da Leonardo Da Vinci è quanto mai di stretta attualità.  

Ponte Buriano: riprende il restauro. Lavori al via ma niente chiusura al traffico

Mi auguro - afferma-  che il difficile lavoro fatto  con tutti i Ministeri interessati ed il coordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, non venga ulteriormente rimandato. Manca la data per la firma e per rendere concreta e definitiva la soluzione già individuata e condivisa da tutti mesi fa. La sicurezza del nostro territorio deve essere una priorità per tutti, ed i cittadini si aspettano che il nuovo Governo non rimetta in discussione la soluzione già trovata. Il cambio dell’assetto politico, purtroppo, ha già fatto slittare una volta l’opportunità di mettere in sicurezza per sempre questo nostro meraviglioso territorio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento