rotate-mobile

VIDEO | Ruspe al Pionta: giù la palazzina ex cucine. Asl e Comune: "Costruiamo un futuro di servizi"

Le opere di demolizione rigurderanno gli edifici indicati come “cucina”, “stanza fredda” e “bagni” quelli, per intedersi retrostanti la palazzina dell'orologio, e termineranno entro settembre

Le ruspe sono entrate al Pionta. Questa mattina alle 10,30 hanno preso il via i lavori per la demolizione delle ex cucine del fu ospedale psichiatrico di Arezzo. Quell'edificio, da anni in stato di abbandono e fatiscenza, verrà spazzato via e al suo posto troverà spazio la Cot, Centrale operativa territoriale della Asl Toscana sud est. Si tratta del primo step dei lavori che l'azienda sanitaria ha pianificato per la riqualificazioni dell'area di propria competenza e che, nel corso dei prossimi anni, porteranno ad un'importante e corposa attività di edificazione e recupero.

Pionta: partono i lavori per la Cittadella della Salute

Complessivamente sono 13 i milioni di euro che saranno impegnati nell'area del Pionta. "Come noto - ha detto il direttore generale della Asl Antonio D'Urso - parte di questi fondi provengono dalle casse della nostra azienda sanitaria e parte da contriubuti ministeriali del fondo Pnrr. In linea con i tempi preventivati, oggi abbiamo dato avvio a questo importante capitolo della storia di questo luogo".

Le opere di demolizione rigurderanno gli edifici indicati come “cucina”, “stanza fredda” e “bagni” quelli, per intedersi retrostanti la palazzina dell'orologio, e termineranno, imprevisti permettendo, entro settembre. I termine complessivo dei lavori è stimato entro il 2026 anche se, entro il 31 marzo 2024, la Cot dovrà essere operativa. "Quindi - hanno sottolineato i progettisti della Asl - i lavori di edificazione dovranno concludersi molto prima". 

Contestualmente l'azienda sanitaria ha reso noto che nelle ultime settimane sono stati aggiudicati i lavori per la realizzazione del nuovo centro per l'autismo struttura, anch'essa, che sorgerà in prossimità dei cantieri aperti oggi. 

Cos'è la Cot e quali le opere di prossima realizzazione

Come detto, oltre alle Centrale operativa territoriale, sorgeranno il nuovo centro per l’Autismo e salute mentale (4 milioni di euro) l’ospedale di comunità (via Laschi investimento da 2,5 milioni di euro), il nuovo hospice (4,5 milioni di euro) e le nuove serre.

La Cot è una struttura che svolge funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali: tra territorio, ospedale e rete  dell’emergenza-urgenza. Gli obiettivi sono: assicurare continuità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria e di raccordo tra servizi, coordinando la presa in carico della persona e professionisti sanitari (ammissione/dimissione nelle strutture ospedaliere, ammissione/dimissione trattamento temporaneo e/o definitivo residenziale, ammissione/dimissione presso le strutture di ricovero intermedie o dimissione domiciliare); coordinare gli interventi, attivando soggetti e risorse della rete assistenziale; tracciare e monitorare le transizioni da un luogo di cura all'altro o da un livello clinico assistenziale all'altro; supportare i professionisti della rete assistenziale; monitorare, anche attraverso strumenti di telemedicina, i pazienti in assistenza domiciliare e gestione della piattaforma tecnologica di supporto per la presa in carico della persona, (telemedicina, teleassistenza, strumenti di e-health).

Il dettaglio degli interventi previsti dalla Asl

WhatsApp Image 2022-02-16 at 10.49.41-2

"È il primo atto della cittadella della salute"

Il commento del sindaco Alessandro Ghinelli, della vice Lucia Tanti e dell'assessore Alessandro Casi.

"L'ordinanza di demolizione sindacale era datata 2017, poi sono successe molte cose: un disegno nuovo per il Pionta, la pandemia e il pnrr. Oggi con questa demolizione Arezzo ingrana la marcia per mettere a frutto gli straordinari investimenti del pnrr per la sanità. È una delle poche volte in cui demolire vuol dire costruire, buttiamo giù un passato che alla città non serviva più per costruire un futuro di servizi che ci restituirà una sanità più forte, più vicina, più moderna. Con questo atto abbiamo messo la basi per costruire la Cittadella della Sanità: una nuova vita per il Pionta, nuovi investimenti per il San Donato che avrà milioni di euro a disposizione, il nuovo hospice e una serie di edifici per servizi sanitari di prossimità. Un ringraziamento alla direzione generale della Asl".

Video popolari

VIDEO | Ruspe al Pionta: giù la palazzina ex cucine. Asl e Comune: "Costruiamo un futuro di servizi"

ArezzoNotizie è in caricamento