Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tappa aretina per il ministro Provenzano. Dai cittadini: "I progetti di leonardiano per costruire il nuovo Ponte Buriano"

Il rappresentante del governo è stato ricevuto dal segretario provinciale e comunale del Pd di Arezzo oltre che dai candidati per il centrosinistra al consiglio regionale e comunale

 

"Per costruire un nuovo ponte serve una prima pietra. Le risorse il Governo le ha e può metterle a disposizione". L'impegno è quello ribadito da Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e per la coesione territoriale, che oggi ha fatto tappa a Ponte Buriano dove, accompagnato dai candidati del centrosinistra al consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli e Lucia De Robertis, oltre che dall'aspirante nuovo primo cittadino di Arezzo Luciano Ralli, ha voluto conoscere uno dei luoghi più suggestivi del territorio provinciale e comunale. 

Una visita sulle sponde dell'Arno ammirando quello scorcio di campagna che tanto ricorda il paesaggio posto alle spalle della Gioconada di Leonardo Da Vinci. "Questo - ha continuato Provenzano - è un ponte che va valorizzato e restituito alla sua bellezza secolare. Sono orgoglioso di aver trovato le risorse per creare una struttura provvisoria che, ci auguriamo in un futuro prossimo, possa diventare definitiva. Creare un collegamento adatto a sostenere il traffico lungo questa strada a così alta percorrenza è fondamentale visto che è quella che meglio collega Arezzo con il Valdarno. Abbiamo visto durante le pandemia quanto sono importanti le aree interne e i piccoli comuni e dobbiamo insistere su questo aspetto per poi riprendere e sviluppare anche le realtà locali".

Insieme ai candidati regionali e comunali anche l'intera dirigenza del Partito Democratico aretino oltre a residenti e membri del mondo associazionistico locale. Primo tra tutti Gualberto Gualdani presidente dell'associazione Borghi d'Arno, nonché appassionato conoscitore del territorio. È stato proprio lui a lanciare una proposta al ministro presentando un articolato progetto da utilizzare come spunto per la creazione del secondo ponte. "Ci piacerebbe - ha detto Gualdani - che venisse realizzato secondo uno schema leonardiano seguendo alcuni dei disegni del grande genio".

L'incontro di Ponte Buriano è stato poi anche occasione per ribadire la propria vicinanza alla campagna elettorale del centrosinistra sia per la Regione che per il Comune: "Dobbiamo diferendere modelli di governo che funzionano - ha sostenuto il ministro - e quello toscano è sicuramente uno di questi. Durante i mesi della pandemia abbiamo avuto modo di pensare a molte cose tra cui la sanità che in Toscana è una punta di eccellenza. Al Sud ho proposto di replicare le case della salute sul modello di questo territorio. La campagna elettorale è utile per far emergere progettualià e prospettive".

Presente all'incontro anche la presidente della Provincia Silvia Chiassai Martini e il consigliere Angiolino Piomboni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento