Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Notte di razzia in Valdichiana: banda ruba due veicoli e assalta due bancomat. Colpo da oltre 40mila euro

Ci sarebbe la stessa mano dietro agli assalti ai bancomat avvenuti stanotte a Pieve al Toppo e Montagnano

 

Erano ben organizzati e pronti a tutto. Tanto che una volta fallito il primo obiettivo - il bancomat del Monte dei Paschi di Pieve al Toppo - non hanno perso tempo e hanno messo in atto il piano b, assaltando le Poste di Montagnano e portandosi via un bottino da 44mila euro. Secondo le ipotesi investigative dei militari dell'Arma ci sarebbe la stessa mano dietro agli assalti ai bancomat avvenuti stanotte in Vadichiana.

I ladri hanno iniziato le loro scorribande alle 22,30 circa con il furto di due veicoli da un concessionario di Pieve al Toppo: una Fiat 500 ed un furgone.

Il bancomat del Monte dei Paschi

I due mezzi sarebbero serviti di lì a poco per mettere a segno i colpi. Il primo, ad alcune centinaia di metri, al bancomat di Pieve al Toppo.

"Era l'1,26 quando abbiamo sentito un botto - racconta un signore che vive al piano superiore - pensavamo ad un incidente stradale, invece appena ci siamo affacciati abbiamo visto cosa era accaduto. Cercavano di portare via lo sportello automatico. Ci siamo rimasti male, ma alla fine poteva andare peggio: se avessero fatto esplodere il bancomat, chissà cosa sarebbe successo". 

Rubano auto e furgone e tentano di sfondare bancomat

Oltre al botto, a svegliare i residenti è stato il rumore dell'allarme che è subito scattato, facendo arrivare sul posto vigilantes e carabinieri. Dei ladri però non era rimasta nessuna traccia se non la Cinquecento rubata, abbandonata in via delle piscine dopo averla utilizzata come una sorta di ariete per sfondare il bancomat.

Il colpo è fallito, lo sportello non si è mosso. Così i ladri si sono spostati di una manciata di chilometri e ci hanno riprovato, Questa volta portandosi via un bel bottino.

Colpo a segno a Montagnano 

Si sono infatti diretti a Montagnano, dove si trova un ufficio postale il cui bancomat pare fosse stato ricaricato ieri mattina.

Lo sportello automatico in questo caso è stato sradicato e trascinato via con il furgone, mentre un complice a bordo di un'altra vettura  teneva d'occhio i movimenti sulla strada.

Un boato e la cassaforte trascinata in strada

Anche stavolta i residenti sono stati svegliati dal rumore provocato sradicando il bancomat: anche loro hanno pensato ad un incidente, poi però, una volta affacciati alla finestra, hanno visto il bancomat in mezzo al piazzale sottostante e hanno subito chiamato le forze dell'ordine. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri di Cortona, che stanno cercando di capire, per prima cosa, se dietro agli assalti ci sia effettivamente la stessa banda di malviventi. Il bottino non è ancora stato quantificato: si parla però di alcune centinaia di migliaia di euro. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento