"Ciao Dragan, eri parte della nostra famiglia". Appello alle istituzioni

Oggi i funerali organizzati dalla Fraternità Federico Bindi.

Una piccola grande famiglia, quella della Fraternità Federico Bindi, questo pomeriggio ha dato l'ultimo saluto a Dragan, il senzatetto morto la settimana scorsa a Campo di Marte. Quarantatrenne, all'età di otto anni Dragan arrivò dalla Serbia con i genitori e trascorse la giovinezza a Monte San Savino. Cercavano una vita migliore e lui sembrava averla trovata: un lavoro, una compagna. Ma gli è sfuggita di mano prima che riuscisse ad afferarla completamente. E in poco tempo è finito a vivere in strada. Ogni tanto bussava alle porte della Franternità: cercava qualcuno con cui parlare, qualcosa da mangiare o un luogo per lavarsi. Per lui la Fraternità aveva studiato un percorso di recupero: non hanno fatto in tempo a metterlo in atto. 

Si parla di

Video popolari

"Ciao Dragan, eri parte della nostra famiglia". Appello alle istituzioni

ArezzoNotizie è in caricamento