Via i tavolini dal mattonato di piazza Grande e spazio ai banchi. Così l'Antiquaria si riappropria del suo percorso storico

Nei giorni precedenti l'amministrazione insieme alle forze dell'ordine e alle associazioni di categoria si confronterà nuovamente con la prefettura per stabilire gli aspetti tecnici e definire gli ultimi dettagli dell'edizione di luglio 2021

L'ok del prefetto è arrivato appena due giorni fa. Sabato 3 e domenica 4 luglio la Fiera Antiquaria lascierà il Prato della Fortezza Medicea e tornerà a ripempire strade e piazze del centro storico. Una notizia niente affatto scontata che ha trovato il favore dei tanti operatori commerciali che da mesi hannopiù volte posto l'accento sull'importanza di riportare i banchi ad occupare le stesse aree che per oltre 50 anni li hanno ospitati. Dunque, sotto il sole di luglio l'Anquaria tornerà a splendere in tutta la sua grandiosa magnificenza e riporterà i visitatori in pieno centro. Ma sarà davvero tutto come prima?

L'assessore comunale Chierici ha reso noto come verrà predisposta la "stessa planimetria che abbiamo avuto nell'ottobre scorso", in piazza Grande invece i tavoli dei locali ad oggi presenti anche sul mattonato, per due giorni si ritireranno per fare spazio agli antiquari. "La raccomandazione è quella di usare sempre massima prudenza. Sia i visitatori che gli espositori dovranno prestare attenzione e rispettare le misure anti Covid alla lettera e, in particolare, chiediamo agli antiquari di avere un occhio di riguardo in più per quello che concerne gli assembramenti. Questi ultimi dovranno essere comunque scoraggiati".

Nei giorni precedenti alla Fiera Antiquaria, l'amministrazione insieme alle forze dell'ordine e alle associazioni di categoria si confronterà nuovamente con la prefettura per stabilire gli aspetti tecnici e definire gli ultimi dettagli dell'edizione di luglio 2021.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Via i tavolini dal mattonato di piazza Grande e spazio ai banchi. Così l'Antiquaria si riappropria del suo percorso storico

ArezzoNotizie è in caricamento