Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Elezioni 2020. Vito Crimi e Irene Galletti ad Arezzo: "M5S vera alternativa alle solite facce"

L'incontro si è svolto in piazza San Francesco al fianco del candidato alla poltrona di sindaco per il Comune di Arezzo Michele Menchetti

 

Tappa aretina per Vito Crimi e Irene Galletti. Il capo politico e la candidata alla presidenza della Regione Toscana sono arrivati in città per un appuntamento elettorale al quale hanno preso parte, oltre all'aspirante primo cittadino di Arezzo Michele Menchetti, anche simpatizzanti e iscritti al Mov. 

Sia nella partita toscana che in quella aretina, il M5S ha scelto di presentarsi alle urne in maniera autonoma senza cedere ad accordi o apparentamenti con il Pd o altre forze politiche. Una decisione, come ribadito più volte, dettata dalla volontà di rimanere "coerenti e fedeli al piano originale". A differenza infatti del panorama nazionale, dove i giallo-rossi ha trovato un'intesa tra loro appoggiando il governo Conte bis, nelle municipalità e territori locali questo feeling è mancato.

"Noi qui siamo la vera alternativa a persone che sono sempre facce diverse per la stessa medaglia - ha sottolineato Vito Crimi - L'unico vero voto utile che noi sosteniamo a livello locale è il nostro. Non possiamo pensare di fare accordi con persone con cui siamo stati in opposizione per tutti questi anni. Inoltre non possiamo pensare di accordarci se mancano i presupposti su programmi o intenti comuni. Prima ancora di pensare agli accordi dobbiamo pensare alle persone e alla coerenza. È cinque anni che siamo all'opposizione e che facciamo proposte ma nessuno si ricorda di noi se non quando è il momento degli accordi. Arezzo è una città che deve scegliere un concreto cambio di passo. Parlavo con il candidato sindaco anche di aspetti legati all'efficientamento della spesa pubblica, i candidati mi parlavano di scelte non felici nelle partecipate, nella spesa pubblica e il nostro obiettivo è la massima trasparenza nei confronti dei cittadini".

Concetti ribaditi anche dalla candidata alla corsa regionale Irene Galletti che ha sottolineato come gli ultimi mesi di campagna elettorale siano stati "un piacevole riscoprire le piazze. Il nostro movimento nasce proprio in questo contesto e tornare in mezzo alla gente per noi è davvero stato bello. Abbiamo trovato e dato vita ad un confronto con i cittadini che ci chiedono di intervenire per un'economia più sostenibile, una sanità più vicina e con un maggiore richiamo alla territorialità nella tutela delle fasce più deboli della popolazione. Il tutto per tutelare un diritto alla salute che non deve mai essere dato per scontato". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento