Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Civitella: già in distribuzione 18mila mascherine

Due per ogni residente spiega il sindaco Menchetti. Distribuzione affidata alle associazioni del territorio

 

Sono 18mila le mascherine in consegna a Civitella in Val di Chiana, due per ogni residente. A dare notizia dell'avvio della distribuzione è stato il sindaco Ginetta Menchetti in seguito all’ordinanza del presidente della Regione Toscana. La distribuzione è in corso attraverso le associazioni del territorio con particolare riferimento a quelle presenti in ogni frazione che hanno raccolto subito l’invito e che ringraziamo sin da subito. Ogni cittadino riceverà presso la sua residenza una busta con inserite le mascherine di competenza del proprio nucleo familiare.

"I volontari non sono autorizzati ad entrare dentro le abitazioni - prosegue Menchetti - dico questo per evitare che qualcuno si spacci per volontari ma abbia in realtà altre intenzioni, e la scelta delle associazioni delle relative frazioni va proprio in tale direzione cioè a scongiurare eventuali truffe".

Per  chi non ricevesse il kit di mascherine perché domiciliato e non residente si invita a contattare il Comune allo 0575/4451 che provvederà alla consegna delle stesse. A seguito del completamento della consegna entrerà in vigore l’ordinanza del Presidente della Regione che dispone l’utilizzo obbligatorio delle mascherine monouso in spazi chiusi pubblici e privati aperti al pubblico, quando in presenza di più persone, mantenendo obbligatorio il rispetto della distanza sociale. L’ordinanza non si applica ai bambini di età inferiori ai 6 anni e alle persone che non tollerano le mascherine se accertate da certificazione dei medici di medicina generale.

"Per quanto riguarda il quadro epidemiologico - conclude il sindaco - ad oggi è invariato, non ci resta che continuare a rispettare le regole".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento