Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre 200 bus in partenza per la Città del Natale. Traffico, sosta e circolazione: "Ecco come cambiano"

Disciplina di traffico e sosta dal 7 dicembre al capodanno. Parte alta interdetta alle auto dal sabato. Domeniche off limits anche per l’asse via Roma-via Crispi. I residenti in ztl potranno parcheggiare al campo sportivo di via Madonna Laura

 

Circa duecento pullman in arrivo e con loro migliaia di visitatori provenienti da ogni angolo della Penisola.
Si preannuncia un altro weekend da tutto esaurito per la Città del Natale che, già da oggi, ha riaperto i battenti con attrazioni ed iniziative.

Dopo lo straordinario numero si presenze dello scorso fine settimana, dove ad Arezzo sono arrivati circa 180 autobus e un numero inqualificabile di turisti, ecco che l’amministrazione e la polizia locale corrono ai ripari cercando di prepararsi ad un altro sabato e un’altra domenica particolarmente impegnativi.

Città del Natale 2019: biglietti, attrazioni e orari. La mappa degli eventi

Al fine di garantire un corretto flusso del traffico e della circolazione è stata stabilita una disciplina specifica della circolazione e della sosta nel corso del mese di dicembre, in particolare durante i fine settimana.

“La grande affluenza di turisti – ha sottolineato il sindaco Alessandro Ghinelli – ha comportato alcuni problemi al traffico negli scorsi fine settimana per cui abbiamo deciso di prevedere alcune modifiche, in senso più restrittivo, alla prima ordinanza che disciplinava sosta e circolazione durante la Città del Natale. Inoltre abbiamo introdotto alcuni accorgimenti a favore dei residenti e cito l'area di sosta di via Madonna Laura, nel campo sportivo gentilmente concesso dal vescovo. L'amministrazione dimostra dunque molta attenzione a che Arezzo si presenti bene nei confronti dei turisti ma non trascura allo stesso tempo le esigenze dei residenti”.

“Le scelte hanno seguito fondamentalmente due binari – ha aggiunto il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – l’interdizione della parte alta della città alle auto, l’ulteriore restringimento delle maglie durante le domeniche. Sia in senso temporale quando i divieti scatteranno dalla mattina, sia in senso spaziale quando si allargheranno alla parte bassa del centro storico”.

L'assessore Marcello Comanducci: “alla fine i problemi sono stati contenuti, per cui bisogna fare i complimenti a polizia locale, forze dell'ordine e personale di Arezzo InTour. La fondazione, quest'anno, ha cambiato strategie di marketing: nelle scorse edizioni si è investivo molto in termini di comunicazione prima dell'evento, nel 2019 lo stiamo facendo work in progress, proprio per mantenere tutti i fine settimana il livello di presenze dell'esordio”.

Un ringraziamento agli agenti è venuto anche dal comandante Cino Augusto Cecchini: “il loro è un impegno che non viene mai meno, ricordo quello profuso durante la tre giorni di Anci. Adesso ci sono i fine settimana di dicembre che, come sperimentato, portano a un impatto importante. Una situazione peraltro nuova di cui cominciamo adesso a maturare esperienza”.

Le modifiche e gli orari

In orario 14 – 20 nei giorni di sabato, prefestivi e festivi infrasettimanali fino al primo gennaio è istituito il divieto di sosta con rimozione in via Montetini, via Ricasoli, viale Bruno Buozzi, via dei Pileati, via dell’Orto, piazza Madonna del Conforto, piazza del Commissario, via degli Albergotti e nel tratto di Corso Italia compreso tra via Mazzini e via Vasari. Il divieto di transito riguarda invece via Ricasoli, via dei Pileati, via dell’Orto, piazza Madonna del Conforto, il tratto di Corso Italia fra via Mazzini e via Vasari, piazza del Commissario, via degli Albergotti, via Bicchieraia, il tratto di via Cesalpino fra via Montetini e via dell’Orto, viale Bruno Buozzi a eccezione dei residenti in via dei Palagi, via Pellicceria, via San Niccolò e piaggia San Lorenzo.

Stesse disposizioni sono previste per le domeniche 8, 15, 22 e 29 dicembre ma con un’ulteriore stretta oraria: i divieti riguardano infatti la fascia temporale 10 – 19. 

Tra le conseguenze di queste misure c’è l’inversione del senso di marcia in via Montetini dove hanno obbligo di svoltare i veicoli che giungono alla sua altezza dopo avere percorso via Cesalpino, l’obbligo comunque di svoltare in via de Palagi percorrendo viale Buozzi e l’utilizzo dell’accesso video-controllato di via di San Clemente solo da parte del traffico locale.

Con orario 14 – 20 nei giorni sabato 28, martedì 31 dicembre e mercoledì 1 gennaio e con orario 10 – 19 domenica 29 dicembre il divieto di transito è esteso a via Seteria e via Vasari. I veicoli in transito in piazza Grande giunti all’intersezione con via Pescaia avranno l’obbligo di svoltare a sinistra.

Tra sabato 7 dicembre e mercoledì 1 gennaio, i residenti in ztl A e B potranno parcheggiare nell’area del campo sportivo al quale si accede da via Madonna Laura.

Scendendo un po’ ma restando sempre nel cuore pulsante degli eventi e della movida natalizia, attenzione alle domeniche, quando è veramente il caso di spostarsi a piedi visto che dalle 12 alle 19 anche via Roma, via Crispi fino all’incrocio con via Margaritone, Corso Italia nel tratto che va da via Spinello a via Garibaldi, via Madonna del Prato nel tratto da via Roma a via Garibaldi, sono interdette al traffico veicolare.

Via Pietri è diventata uno snodo delicato vista la presenza dei pullman: è percorribile solo a senso unico nella direttrice viale Santa Margherita – via Pietramala dalle 8 alle 20 nei giorni 7, 8, 14, 15, 21, 22, 28 e 29 dicembre. Sul lato destro della carreggiata sarà impossibile sostare a eccezione degli autobus turistici. Anche per questi mezzi comunque stop massimo consentito di 30 minuti per far scendere e risalire i passeggeri.

Bus, sosta e viabilità

Ma l’intenzione dell’amministrazione comunale è alleggerire la presenza dei pullman. Ecco perché è stato predisposto un piano della circolazione, anche con apposita segnaletica, per intercettare gli autobus già al casello autostradale e condurli in città passando attraverso viale dei Carabinieri e via Baldaccio d’Anghiari, consentendo loro di lasciare i turisti in centro. Gli autobus faranno poi inversione a U alla rotatoria di via del Rossellino per dirigersi verso Arezzo Fiere e Congressi e sfruttarne l’area di sosta.

E a proposito del parcheggio Baldaccio, aperto anche al livello – 2 per ulteriori 300 posti a disposizione, funzioneranno delle navette messe a disposizione da Atam, tutte gratuite, che seguiranno il percorso Baldaccio – piazza Guido Monaco, lato Inail. Tutti i sabati e le domeniche dei tre fine settimana che precedono il Natale. Orari: 10 - 12 e 17 – 19. C'è anche un numero verde, specificato in una palina, per consentire il traporto di persone disabili.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento