Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caso Martina, la difesa di Vanneschi: "Chiediamo l'assoluzione, nessun dubbio deve rimanere"

 

Prima il legale di Luca Vanneschi poi quello di Alessandro Albertoni hanno pronunciato oggi le loro arringhe finali. I due giovani di Castiglion Fibocchi sono accusati di morte in conseguenza di altro reato, ovvero un tentativo di violenza sessuale di gruppo ai danni di Martina Rossi, studentessa ligure morta precipitando da un balcone di un hotel di Palma di Maiorca mentre era in vacanza. 

"Erano sei anni che aspettavamo di dire la nostra versione e di smontare pezzo per pezzo quella dell'accusa. Ho chiesto l'assoluzione per Vanneschi perché il fatto non sussiste. Perché il tarlo del dubbio non continui a rovinare l'esistenza di questi ragazzi e perché lo stesso tarlo non continui a divorare l'anima di quei genitori". Ha parlato di deserto probatorio l'avvocato Stefano Buricchi, legale di Luca Vanneschi, nella sua accorata e puntuale arringa. Dopo di lui anche Tiberio Baroni, il legale di Alessandro Albertoni, ha pronunciato la sua arringa: ha chiesto di assolvere il proprio assistito per mancanza di prove (comma 2), o in subordine di derubricare il reato in omissione di soccorso. Ha chiesto inoltre che i due giovani non vengano giudicati in concorso. “

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento