Mercoledì, 22 Settembre 2021

Oltre sessanta chilometri e 24 ore di cammino. Il sindaco in marcia alla scoperta degli angoli nascosti di Castiglioni

Mappato un percorso di 61 chilometri dentro i confini del comune per un “trek-itinerante” che ti fa vivere il territorio intensamente, con la lentezza del proprio passo, senza fretta

Come volto dell'iniziativa è stato scelto il sindaco Agnelli che, racchette alla mano e maglia di "super Mario" si è messo in cammino lungo i sentieri della campagna di castiglionese vestendo i panni dell'esploratore. Così è stato presentato il progetto "24 ore in Castiglion Fiorentino", l'iniziativa indirizzata a tutti gli appassionati di turismo slow e trekking. “Un'avventura lunga 61 chilomentri - spiega Luca Fabianelli, consigliere comunale - che si snoda lungo sentieri sconosciuti anche a molti castiglionesi e che per i turisti rappresentano motivo di grande attrazione. L'idea è alla base del progetto di trek itinerante che intendiamo sviluppare. Grazie a Whip Live, l’applicazione creata dall’amico e collega Gioele Meoni, tale percorso potrà ora essere seguito da tutti gli appassionati. Domenica scorsa si è svolta la "prima edizione" che per noi rappresenta l'avvio di un importante progetto che porterà alla realizzazione di una rete escursionistica locale".

E come detto il primo a sperimentare il circuito è stato il sindaco Mario Agnelli, le cui gesta sono state immortalate in un video che racconta la bellezza di paesaggi e boschi del Castiglionese. “In una caldissima domenica di lucida follia, la mia 24 ore a piedi, in solitaria per i sentieri di Castiglion Fiorentino disegnando un percorso rigorosamente all'interno del confine del mio comune. Sessanta avvincenti chilometri dove né il caldo né la fatica hanno potuto prevalere sul piacere di percorrere passo dopo passo la bellezza di questo paesaggio. Dopo averla data a me spero tutto questo possa un giorno dare a tutti gli escursionisti la consapevolezza che nei nostri luoghi possiamo trovare tutto quello che spesso andiamo a rincorrere a centinaia di chilometri di distanza, pensando che l'orto del vicino sia sempre più bello. Ho altri buoni motivi per sostenere che il nostro orto è ora più che mai anche un giardino meraviglioso”.

Il percorso

Il percorso tocca lo stradone e il castello di Montecchio, il parco delle Comunanze, la Ripa Bassa, Spinabbio, Monte Filippo, il Passo Belvedere, l'Eremo di San Lorenzo, Querceta di Sotto, il Castello della Montanina, Rolle, Fonte Mulina, il Cerro Tondo, San Martino, Renzana, Corneta, Caldesi, il Passo la Foce, il Cippo Meoni a Partini, Castiglion Maggio, la Maestà di Mammi, la Villa Apparita, Cozzano, Sant'Antonino, Manciano, il Sentiero della Bonifica, le Colmate, Brolio, le Capannacce con ritorno allo stradone di Montecchio.

Si parla di

Video popolari

Oltre sessanta chilometri e 24 ore di cammino. Il sindaco in marcia alla scoperta degli angoli nascosti di Castiglioni

ArezzoNotizie è in caricamento