Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Morto di Covid dopo aver rifiutato AstraZeneca". L'appello di D'Urso ai 60enni: "Vaccinatevi"

Anche nell'Aretino le persone della fascia d'età tra i 60 e i 69 anni si sono mostrate restie alla vaccinazione contro il Coronavirus. "Ma il Covid può avere conseguenze terribili dopo i 50 anni".

"Nei giorni scorsi una signora ha chiesto di incontrarmi e mi ha raccontato la sua storia. Ha perso il marito per il Covid: lui aveva rifiutato il vaccino Astrazeneca, poi si è ammalato e non ce l'ha fatta". Sono parole cariche di emozione quelle pronunciate dal direttore generale della Asl Toscana Sud Est Antonio D'Urso. Una storia difficile da raccontare, che però mostra chiaramente l'importanza del vaccino e i grossi rischi ai quali si espone chi rifiuta il siero. 

"Questa persona si era ammalata un po' di tempo dopo a quando avrebbe dovuto ricevere la prima dose. Il vaccino avrebbe probabilmente potuto cambiare la sua sorte", proteggendolo dagli esiti terribili della malattia. 

Eppure le statistiche dicono che ci sono fasce d'età più refrattarie alla campagna di vaccinazione. Nell'Aretino sono stati in 27145 a ricevere la prima dose tra chi ha tra i 60 e i 69 anni, e quasi 7mila la seconda dose.

"Ad Arezzo come nel resto d'Italia - spiega D'Urso - le persone della fascia d'età che va dai 60 ai 69 anni si stanno dimostrando restie al vaccino. Eppure in quella fascia d'età il Coronavirus può avere effetti devastanti, fatali. Adesso abbiamo un obiettivo: quello di riuscire ad invertire questa tendenza. Come? Ci sono iniziative pronte a partire".

In particolare D'Urso si riferisce alle cosiddette Pfizer open week che verranno ripetute questa settimana e che probabilmente verrà riproposta nella prossima. 

"Nelle fasce di età sopra i 50 anni il Covid ha dimostrato non essere facile da superare - sottolinea D'Urso -. Scongiurare un evento mortale è fondamentale, l'unico modo per farlo è vaccinarsi. Il vaccino si sta dimostrando fondamentale: lo dimostrano le riaperture. Per questo mi rivolgo ai sessantenni: vaccinatevi, non aspettate". 

Le date della Pfizer open week ad Arezzo

Sabato 5 giugno
Arezzo – Centro affari: 200 dosi (20-23)

Domenica 6 giugno
Cortona – Scuola Berrettini-Pancrazi: 100 dosi (8-14)

Si parla di

Video popolari

"Morto di Covid dopo aver rifiutato AstraZeneca". L'appello di D'Urso ai 60enni: "Vaccinatevi"

ArezzoNotizie è in caricamento