Mercoledì, 4 Agosto 2021
ArezzoNotizie

Viaggio alla scoperta di noi stessi in un mondo sempre più frammentato

Al via dal prossimo 6 novembre ad Arezzo il corso organizzato dall’Associazione Il Risveglio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

Un viaggio alla scoperta di noi stessi e della nostra armonia interiore in un mondo sempre più frammentato, nel quale non solo si rischia di perdere o di rendere estremamente superficiali i rapporti con gli altri, ma anche di non percepire la propria forza e armonia interiore. E’ questo lo scopo, quanto mai attuale, del corso le “Chiavi della Mente” che sarà tenuto dal prossimo 6 novembre ad Arezzo da Paola Innocenti, presidente dell’Associazione il Risveglio e operatrice delle discipline Bio Naturali. Il progetto innovativo nasce per conoscere se stessi dal punto di vista olistico. L’aggettivo “olistico” deriva dal greco “olos” cioè “tutto, intero, totale” e si riferisce alla teoria dell’olismo, paradigma filosofico secondo cui le proprietà di un dato sistema non possono essere determinate dalla somma delle sue componenti, bensì è il sistema in generale che determina il comportamento delle parti. Detto più semplicemente, la tesi sostiene che il tutto non sia riducibile alla somma delle parti di cui è composto, poiché il tutto è più della somma di queste. “Infatti il nostro corso ha proprio l’obiettivo - spiega la stessa Innocenti - di trasmettere gli insegnamenti delle discipline basate sull’armonia tra corpo e mente: durante il corso si alternano momenti informativi e momenti di esperienza fatti di esercizi specifici per mettersi in contatto con la parte più interiore di se e ritrovare benessere e serenità”. “Capire chi siamo veramente – approfondisce Innocenti - cosa proviamo, cosa ci fa star bene è spesso qualcosa che diamo per scontato. Procediamo sui nostri binari con il pilota automatico, ma a volte dobbiamo soffermarci e chiederci se le nostre credenze ci appartengono fino in fondo? Se riusciamo ad essere autentici e a rispettare le nostre emozioni? Spesso il modo più facile per iniziare a osservare con lucidità le nostre emozioni è proprio apprezzare uno spazio dedicato alla riflessione di queste. La nostra voglia di essere migliori è una spinta incredibile per fare grandi cambiamenti e tutto diventa piu facile se creiamo armonia tra al nostro interno”. La parola “olismo”, insieme all’aggettivo “olistico”, è stata coniata negli anni venti da Jan Christiaan Smuts, politico, intellettuale e filosofo sudafricano, autore di Holism and Evolution, del 1926. Negli anni, i fronti di sviluppo di questo paradigma si sono quindi moltiplicati, trovando oggi applicazione in medicina, psicologia, fisica, filosofia, pedagogia e perfino nel marketing. “Il tipico esempio di struttura olistica rimane tuttavia l’organismo biologico – conclude Innocenti - poiché l’essere vivente in quanto tale va considerato come un’unità-totalità non esprimibile con l’insieme delle parti che lo costituiscono. L’applicazione dell’olismo alla medicina è stata quindi pressoché immediata, anche se molti sostengono che, seppur non teorizzata, la medicina olistica esista da sempre. Alla base della medicina olistica vi è quindi una visione dell’uomo concepito come un’unità di corpo, mente e spirito. Noi lavoriamo per far si che questa vosione ci aiuti a vivere meglio”. Il corso partirà il 6 Novembre e sarà organizzato con un incontro al mese presso la sede di via don Luigi Sturzo 160, ad Arezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio alla scoperta di noi stessi in un mondo sempre più frammentato

ArezzoNotizie è in caricamento