Us Arezzo, Gatto pronto a pagare il creditore ma non basta. L'iter per il fallimento non si ferma

"Sono pronto a pagare quanto dovuto al creditore che ha presentato l'istanza di fallimento dell'Arezzo". Dopo il comunicato Fabio Gatto conferma anche telefonicamente le proprie intenzioni. Saldare il debito e ricapitalizzare, saranno questi i...

Giocatori_Arezzo_Matteoni

"Sono pronto a pagare quanto dovuto al creditore che ha presentato l'istanza di fallimento dell'Arezzo". Dopo il comunicato Fabio Gatto conferma anche telefonicamente le proprie intenzioni.

Saldare il debito e ricapitalizzare, saranno questi i prossimi passi?

"Ho parlato con lo studio che ha presentato l'istanza per estinguere il debito - prosegue l'imprenditore romano - le trattative per la cessione intanto vanno avanti. Come ho scritto, solo l'unico a non volere il fallimento dell'Arezzo. Fermare l'istanza? E' quello che vorrei fare, poi è chiaro che se si presentasse un creditore che vanta 100mila o più euro tutto si complicherebbe".

Questa la dichiarazione di Fabio Gatto raggiunto telefonicamente nel tardo pomeriggio di ieri. Stando alle parole dell'imprenditore romano per l'Arezzo, oltre alla via del fallimento, sembra poter essercene un'altra. Il "voler evitare il fallimento" agli occhi dei tifosi amaranto suonava come un freno, un passo indietro, nell'iter avviato in tribunale.

Ma ecco che proprio nel tardo pomeriggio di ieri il revisore dei conti dell'Us Arezzo ha di fatto presentato presso gli uffici competenti tutti gli incartamenti per chiedere la propria sostituzione. Ma non c'è solo questo dettaglio a far proseguire l'iter fallimentare.

Anche se verrà saldato il debito scritto nell'istanza il tribunale potrebbe proseguire sulla propria strada se attesterà il fatto che il debito e l'insolvenza dell'Us Arezzo sono davvero ampi. Considerato il passivo da 2 milioni di euro ecco un altro tassello che può aiutare l'ipotesi del fallimento a restare in piedi.

L'iter va avanti. Orgoglio Amaranto sta proseguendo nella raccolta per sostenere l'obiettivo minimo dell'esercizio provvisorio. La trasferta di Olbia è già stata pagata, lo stato di agitazione ad ora rientrerà e per qualche ora nel prossimo fine settimana si potrà tornare a parlare di calcio giocato.

Articoli correlati:

Parla Fabio Gatto: “Sono l’unico a voler evitare il fallimento”

“L’Arezzo non muore”, al via la raccolta fondi VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Twitter @MatteoMarzotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento