Sport

Nuovo successo per le ragazze dell'Arezzo che mantengono la vetta della classifica

Pisa Femm.le: Romiti, Sidoni, Bagni, Cirillo (71’ Romani), Cosi, Sacchi, Giusti, Licareti, Orsini, Fornaciari, Orlandi. A disposizione: Ferretti, Scarpa, Casarosa, Palmerini Allenatore: Laura Sonatori Acf Arezzo: Antonelli, Teci, Mencucci...

arezzo-calcio-femminile-2018

Pisa Femm.le: Romiti, Sidoni, Bagni, Cirillo (71' Romani), Cosi, Sacchi, Giusti, Licareti, Orsini, Fornaciari, Orlandi. A disposizione: Ferretti, Scarpa, Casarosa, Palmerini

Allenatore: Laura Sonatori Acf Arezzo: Antonelli, Teci, Mencucci, Verdi, Di Fiori, Aterini, Binazzi, Baracchi, Paganini (87' Zeghini), Razzolini, Carta (30' Prosperi). A disposizione: Orsi, Tellini, Pastorelli, Perricci

Allenatore: Marx Lorenzini

Arbitro: Sig. Simone Battiati (sezione di Genova)

Assistente 1: Sig. Diego Gaspari (sezione di Lucca) - Assistente 2: Sig. Enrico Reale (sezione di Carrara) Marcatrici: 8'- 29' Razzolini (A) - 38' Licareti (P) Cronaca Ancora una vittoria per la prima squadra dell'Arezzo Calcio Femminile che, all'impianto sportivo "Ospedalieri" di Pisa, mantiene intatta la propria imbattibilità incasellando il quinto risultato utile consecutivo e confermandosi in vetta alla classifica. Forti del lavoro intrapreso nel corso dello stop del campionato cadetto, ma orfano della centrocampista Lidia Arzedi, il tecnico amaranto Marx Lorenzini scende in campo schierando, fin dal primo minuto, Antonelli tra i pali; Mencucci, Binazzi, Teci e Aterini nelle retrovie; Baracchi, Paganini e Verdi a centrocampo; e Di Fiore, Razzolini e Carta in zona offensiva. Il match rivela subito gli equilibri in campo mostrando un'Arezzo determinata a sbloccare la gara già nei primi minuti. Un'intenzione che si realizza senza attendere troppo. Già al 6' su assist di Carta, Paganini arriva a tu per tu con l'estremo difensore pisano, ma cercando la conclusione colpisce il palo. Brava a chiudere le avversarie nella propria metà campo, dopo soli due minuti l'Arezzo non si lascia sfuggire l'occasione del vantaggio. Carta subisce un fallo in area e il direttore di gara assegna il penalty. Sul dischetto si presenta Razzolini che trasforma senza troppa fatica lasciando a Romiti soltanto la possibilità di raccogliere il pallone in fondo alla rete. Il gol di Razzolini apre così la strada ad una lunga serie di occasioni create dalle aretine, sempre più decise a mettere in cassaforte l'incontro prima del break. Al quarto d'ora, sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Paganini, Di Fiore trova slancio verso la porta, ma la sfera finisce sul fondo. Al 22' ci prova anche Carta calciando dal limite sinistro dell'area, ma Romiti (una delle migliori in campo per la formazione locale) respinge. Seppur rimaste in dieci per qualche minuto (Carta finisce dolorante a terra in seguito ad un contrasto), l'appuntamento con il bis amaranto non subisce ritardi: il raddoppio giunge infatti al 29' con la solita Razzolini, che servita da Baracchi, trafigge i pali delle biancorosse. Il match prosegue a corrente alternata con le pisane che sembrano risvegliarsi nel tentativo di accorciare le distanze. L'opportunità si profila al 38' con Licareti che, su rigore, rimette in gioco il team della Torre. Nella ripresa Capitan Teci e compagne rientrano in campo pronte a non lasciare nulla al caso. I successivi quarantacinque minuti di gioco si rivelano però più avari di emozioni e non aggiungono molto a quanto già visto nel corso del primo tempo. L'Arezzo continua a pressare le avversarie nella propria metà campo concedendo loro pochissimo e spingendosi in avanti alla ricerca di un gol che possa chiudere definitivamente il match. Al 68' ci va molto vicino Razzolini che, su assist di Paganini, tenta una conclusione che, tuttavia, finisce sopra la traversa. Anche Di Fiore tenta a più riprese di centrare lo specchio della porta e al 70', sugli sviluppi di un corner battuto da Paganini, prova un tiro a girare, ma la sfera esce fuori di poco lambendo palo. Allo triplice fischio finale, il match, giocato sul filo del rasoio per tutta la ripresa, conferma il primato dell'Arezzo in testa alla classifica permettendo alle amaranto di portare in cascina anche l'ultimo derby toscano del girone di andata. Con un bottino di 13 punti, le amaranto non potranno però festeggiare più di tanto: mercoledì al "Luciano Giunti" di Arezzo sarà la volta del turno infrasettimanale contro le genovesi della Molassana Boero. "L'obiettivo primario della trasferta a Pisa erano i tre punti a qualsiasi costo e lo abbiamo raggiunto - spiega l'allenatore Marx Lorenzini.- Temevo in modo particolare questa partita perché venivamo da tre settimane senza gare nelle quali il rischio di perdere la concentrazione era alto. Nel primo tempo abbiamo faticato a recuperare i ritmi, ma nonostante questo siamo centrato facilmente un doppio vantaggio e soltanto una nostra ingenuità ha permesso al Pisa di accorciare le distanze. Nel secondo tempo abbiamo costruito occasioni su occasioni che, un po' per imprecisione e un po' per la bravura del loro portiere, non sono purtroppo state concretizzate. Siamo molto contenti per questa vittoria, ma adesso senza adagiarci dobbiamo subito pensare all'impegno ravvicinato di mercoledì".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo successo per le ragazze dell'Arezzo che mantengono la vetta della classifica

ArezzoNotizie è in caricamento