Sport

Successo per la prima edizione del torneo cavalleresco di Agazzi

Successo della prima edizione del torneo cavalleresco di Agazzi, una gara sugli anelli a scopo benefico, ideato dall’orafo aretino e uomo di cavalli Angiolo Checcaci e realizzato sotto l’egida della Fise Toscana e con la collaborazione del Comune...

giostra agazzi

Successo della prima edizione del torneo cavalleresco di Agazzi, una gara sugli anelli a scopo benefico, ideato dall'orafo aretino e uomo di cavalli Angiolo Checcaci e realizzato sotto l'egida della Fise Toscana e con la collaborazione del Comune di Arezzo e del centro sociale e parrocchia di Agazzi. Ha vinto il cavaliere di Reggio Emilia Lorenzo Desimone, seguito al secondo posto dall'aretino Piergiovanni Capacci e al terzo dall'aretino Cristian Salvi e da Alessandro Culatore di Pistoia. Il premio speciale "Memorial Laura Malvestiti" è andato invece all'amazzone aretina Erika Cherici consegnato da Gabriele Malvestiti. Una sfida agli anelli emozionante che è cominciata di prima mattina con le prove libere dei cavalieri nel campo sportivo. Nel tardo pomeriggio la gara sugli anelli con eliminazione diretta.

"E' andato tutto per il meglio - ha detto Angiolo Checcaci, istruttore Fise Eventi Storici - già le prime tornate hanno fatto la differenza, fino alla proclamazione del campione finale. Ma indipendentemente da chi ha vinto ho visto tutti i cavalieri soddisfatti. I miei complimenti vanno anche al giudice Bonardi, che ha svolto il suo lavoro con grande professionalità, alla speaker Francesca Pasquini, che ha saputo intrattenere il pubblico anche nei momenti morti della gara. Un grazie anche al parroco don Alessandro per la benedizione ai cavalieri, a tutto il personale di servizio, alla veterinaria Valentina Vagheggi e al maniscalco Gilberto."

Un premio speciale Angiolo Checcaci, ex allenatore del quartiere di Porta Sant'Andrea, l'ha poi consegnato a Stefano Cherici, il popolare Bricceca. "Un pensiero - ha detto - insieme alla coccorda e alla targa della Fise Toscana, per le dieci lance d'oro che abbiamo vinto insieme."

Soddisfatto dell'esito della manifestazione anche il consigliere regionale e referente degli Eventi Storici Goffredo Pasquini: "Grande soddisfazione, grande accoglienza e grande ripetto per questa nuova disciplina. Abbiamo corso in un ambiente meraviglioso che sicuramente aiuterà per dare un avvenire a questa gara. Devo ringraziare Angiolo Checcacci per l'opportunità che ci ha dato di far conoscere al pubblico questa disciplina. Grazie anche a tutti i rappresentati del centro sociale che si sono messi a disposizione fisicamente e con le strutture. Credo che ancora una volta la Fise ha dimostrato che volendo anche l'equitazione può entrare a far parte degli ambienti sociali. Un grazie al Comune di Arezzo che ci ha aiutato con le pratiche. E ora dopo questa questa giornata ci sono già altre richieste da comuni limitrofi della provincia di Arezzo. Un ringraziamento infine per tutti i cavalieri per la disponibilità e l'educazione dimostrata. Grazie anche a don Alessandro che con simpatia ci ha accolto nel suo territorio."

Il ricavato della gara è stato consegnato al parroco di Agazzi, che lo utilizzerà per aiutare le famiglie in difficoltà del paese e parte anche per ristrutturare il tetto della chiesa.

Complimenti per l'iniziativa sono giunti anche dal presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia: "Questa manifestazione assume grande rilevanza aspetto sociale a cui è destinata. Con il ricavato che è stato devoluto ai fini benefici attraverso il parroco di Agazzi. Importantissimo il rapporto consolidato con il Comune di Arezzo, che ha supportato la manifestazione, unendo intenti sportivi a quelli sociali e d'intrattenimento. Sicuramente spettacolare è questa disciplina che riesce a raccogliere e coinvolgere grande pubblico avvicinandolo alla parte sportiva dell'equitazione e alla conoscenza del mondo del cavallo. Complimenti e ringraziamnti a tutti gli organizzatori, enti, partner e al nostro referente regionale e nazionale Goffeo Pasquini che cura con grande attenzione queste nanifestazioni. Sicuramente parteciperemo alla prossima edizione in accordo con la Sagra di Agazzi e con il Comune di Arezzo che ringraziamo sentitamente."

Soddisfatti della gara gli organizzatori della Sagra della tagliata, con in testa il presidente Giorgio Lambardi, che hanno chiesto di replicare l'iniziativa anche il prossimo anno. E ci sono già nuove idee. "Questa prima edizione è stata un po' di rodaggio - ha detto Angiolo Checcacci - adesso l'obiettivo è migliorare ancora. Mi piacerebbe fare la gara in notturna."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo per la prima edizione del torneo cavalleresco di Agazzi

ArezzoNotizie è in caricamento