Sport

SS Arezzo, linea verde sì ma con il giusto mix di esperienza

Fin qui sono per lo più "giovani" i giocatori accostati in questo calciomercato all'Arezzo. Eppure la società come ribadito da Ermanno Pieroni non sarà composta di soli under. "Nessuno ha mai detto che faremo una squadra di soli giovani - ha...

CosimoNannini

Fin qui sono per lo più "giovani" i giocatori accostati in questo calciomercato all'Arezzo. Eppure la società come ribadito da Ermanno Pieroni non sarà composta di soli under.

"Nessuno ha mai detto che faremo una squadra di soli giovani - ha ribadito il direttore generale - avremo una ossatura importante, con esperienza".

Già perché al momento il Cavallino vanta sotto contratto Foglia, Luciani e Cenetti oltre a Talarico, Belvisi, Cutolo e Benucci. Giocatori che hanno mercato in C e fanno gola anche tra i cadetti. E' chiaro che davanti a offerte irrinunciabili o ad espresse richieste qualcuno potrebbe partire. Ad oggi però questi giocatori costituiscono l'ossatura attorno a cui inserire i giovani che arriveranno. Ma dal mercato sono attesi anche altri over. Non a caso si sta parlando in queste ore del classe 1989 Giovanni Rossi, reduce dall'esperienza con il Ravenna.

Leonardo Vitali

Per quanto riguarda i giovani è ormai assodato l'interesse e la volontà di chiudere con Kristian Keqi. Il classe 1996 avrebbe ricevuto come offerta biennale.

Piace anche il portiere classe 1998 Leonardo Vitali che nell'ultima stagione con il Villabiagio ha disputato oltre 30 partite. Nel suo curriculum le esperienze nei vivai di Perugia, Parma, Juventus e Sassuolo, tutti indizi che confermano l'interesse suscitato dal ragazzo originario di Città di Castello.

Per quanto riguarda Brunori Sandri e Nannini non mancano le rivali. Per il primo l'Arezzo deve parlare con il Parma che ne detiene il cartellino. Su Nannini, difensore classe 1999, si sono partiti club di serie B e pare anche di serie A. Per strapparlo alle concorrenti serve parlare con il Prato e capire la richiesta economica di un ragazzo di cui si dice un gran bene.

Sarà un Arezzo giovane quello 2018/2019, nel senso che l'età media sarà più bassa rispetto al passato. Una squadra che avrà anche giocatori esperti e non solo ragazzi di belle speranze. Under da valorizzare insieme a elementi di categoria per provare a stupire.

Twitter @MatteoMarzotti

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SS Arezzo, linea verde sì ma con il giusto mix di esperienza

ArezzoNotizie è in caricamento