Sport

Si chiude la stagione dell'Asd Tuttobici. Presto un nome nuovo

Il secondo anno di attività del sodalizio sportivo dell’Asd Tuttobici Arezzo, forte dei suoi 50 soci, si avvia a conclusione con importanti traguardi e risultati. Il gruppo della mountain bike ha visto la partecipazione alle gare del circuito...

Tuttobici

Il secondo anno di attività del sodalizio sportivo dell'Asd Tuttobici Arezzo, forte dei suoi 50 soci, si avvia a conclusione con importanti traguardi e risultati. Il gruppo della mountain bike ha visto la partecipazione alle gare del circuito della Coppa Toscana e l'ottenimento dell'ambito brevetto del "Prestigio" da parte di Claudio Franci e Massimo Marchetti.

Gli stradisti, dopo avere aperto con la trasferta internazionale della "Liegi Bastogne Liegi" con ben 5 atleti a completare il percorso lungo, hanno poi partecipato numerosi alle principali Granfondo ciclistiche, la G.F. di Firenze, la G.F. di Torino (il circuito della capitali si concluderà con la partecipazione l'11 ottobre alla G.F. di Roma), la celebre NoveColli (nell'edizione più bagnata e dura degli ultimi anni), la recente G.F. del Gallo Nero di Radda in Chianti ma anche alle cicloturistiche (Chianti Classico, Casentino, Maratona degli Appennini) nonché a numerose giornate auto organizzate o eventi, come il conseguimento del brevetto del Monte Nerone (che il socio Alessandro Mascalchi può vantare di avere conseguito più volte) o la pedalata in solitaria del socio Dario Casini da Sansepolcro a Santiago de Compostela.

Proprio con i premi delle cicloturistiche (che si conseguono sulla base dei km percorsi dai ciclisti e sul numero, criterio che in molti dovrebbe seguire per rendere meno acceso l'agonismo ed i suoi effetti negativi), è stata organizzata la merenda di sabato 19 settembre.

Con l'occasione è stata presentata la prima delle novità 2016, il nuovo nome "ASD AREZZOBICI" scelto per valorizzare l'attaccamento alla città. La stagione si concluderà con lo svolgimento della G.F. di Roma, come già ricordato, ma soprattutto con il completamento delle gare ciclistiche del settore "vintage". Dopo la "Chianina" alla prima e riuscita edizione, i "nostri" si cimenteranno nella celebre "Eroica" di Gaiole in Chianti e nell' "Intrepida di Anghiari", per onorare con le vecchie e gloriose biciclette da corsa d'acciaio e vestiti d'altri tempi, il ciclismo "eroico" di padri e nonni. Sarà poi il momento della programmazione delle nuove attività, con la speranza di coinvolgere sempre più persone attratte dalla voglia di fare sport insieme, con la massima semplicità.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si chiude la stagione dell'Asd Tuttobici. Presto un nome nuovo

ArezzoNotizie è in caricamento