Santucci e Magnini mai positivi all'antidoping. Le richieste di squalifica basate su intercettazioni

La Nado Italia è l'organismo che effettua i controlli ed è anche inquirente e giudicante nei casi di doping nello sport. Ha infatti una procura che indaga e un tribunale che emette verdetti (con due sezioni). Si parla in questi giorni di Nado...

santucci michele

La Nado Italia è l'organismo che effettua i controlli ed è anche inquirente e giudicante nei casi di doping nello sport. Ha infatti una procura che indaga e un tribunale che emette verdetti (con due sezioni). Si parla in questi giorni di Nado, anche in provincia di Arezzo, per la richiesta di squalifica di ben 4 anni fatta dalla procura nei confronti di Michele Santucci, atleta cortonese nel giro della nazionale di nuoto. E' bene chiarire: si tratta di una richiesta fatta dall'accusa, ma il verdetto sulla colpevolezza (o meno) arriverà dal tribunale a fine estate. E siamo nell'ambito sportivo, perché la giustizia ordinaria che si è occupata del caso (l'indagine Nado è partita da un'inchiesta della procura di Pesaro su un medico nutrizionista) non ha evidenziato responsabilità per Michele Santucci. Oltre a Santucci, l'altro (grande) accusato è Filippo Magnini, ex capitano azzurro, per il quale sono stati chiesti 8 anni di squalifica. Tre le accuse: consumo o tentato consumo di sostanze dopanti (articolo 2.2), favoreggiamento (2.9) e somministrazione o tentata somministrazione di sostanza vietata (articolo 2.8). A Santucci è contestato solo il primo capo d'accusa.

La giustizia (sportiva) farà il suo corso, ma nel frattempo è bene ricordare che né Michele Santucci, né Filippo Magnini, nonostante le pesanti richieste di squalifica della Nado, sono mai stati trovati positivi ai test antidoping. Manca, in sostanza, la "pistola fumante", la prova regina. Il castello accusatorio è costruito attorno alle intercettazioni legate all'inchiesta pesarese. Detto questo, impressionano davvero i deferimenti richiesti: 8 anni di squalifica per doping - che per qualsiasi atleta significano una condanna a vita - sono stati dati, ad esempio, al marciatore Alex Schwazer nel 2016. Era stato trovato positivo al doping (colto in flagrante) per la seconda volta alla vigilia delle Olimpiadi, dopo aver scontato già una squalifica di 4 anni, nel 2012, per aver assunto Epo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

@MattiaCialini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Terribile schianto in A1: quattro vittime tra cui due bimbi

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Boscaiolo 47enne muore schiacciato da un albero. E' un incidente sul lavoro

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento