Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Riqualificazione skatepark, campi da calcio e palazzetto San Clemente: il Comune alla ricerca di gestori

Attraverso una delibera, la giunta municipale individua alcune strutture tra le tante di proprietà per le quali potrà avviarsi presto un percorso con una nuova gestione. La mappa

Foto: tratta da Facebook Habitat Skatepark Arezzo

Chi si occuperà del palazzetto di San Clemente? Chi gestirà il campo sportivo di Quarata? E che fine farà lo skatepark di via Ferraris? Il futuro prossimo di alcuni impianti sportivi di proprietà del Comune di Arezzo è tutto da scrivere e per questa ragione l'amministrazione, attraverso una delibera della giunta, ha dato il via "ad una operazione di riassetto gestionale degli impianti sportivi per rendere effettiva la loro potenzialità per la quale sono stati costruiti, quali il soddisfacimento dell'interesse della collettività allo svolgimento di attività sportive". Di fatto, nel documento vengono individuate alcune strutture per le quali sarà pubblicato un avviso pubblico di manifestazione di interesse "rivolto a associazioni e società sportive senza scopo di lucro, finalizzato alla rigenerazione, riqualificazione, ammodernamento e successiva gestione gratuita degli impianti sportivi con contratti di concessione scaduti o in scadenza entro il 2022".

Ma di quali edifici si tratta? L'elenco conta: il palazzetto di San Clemente, il centro sportivo San Giusto, il campo sportivo di Indicatore, il campo da rugby di via dell'Acropoli, il campo da calcio di Santa Firmina, quello di Quarata, quello di Pratantico (insieme alla palestra), il campo da calcio Lorentini, quello della Chiassa Superiore, Rigutino, Vitiano, Policiano, Sant'Andrea a Pigli, Frassineto e quello di villa Severi. A questi si aggiungono lo skatepark di via Ferraris, il crossodromo di Ponte alla Chiassa e il campo da bocce di San Leo.

Chi intende farsi avanti dovrà presentare un programma di riqualificazione ed è prevista anche la possibilità per i concessionari uscenti, "che si trovino in situazioni di irregolarità nei confronti dell'amministrazione comunale, di presentare proposte di riqualificazione a condizione che, prima della stipula del contratto, risultino sanate le posizioni debitorie". Nel frattempo è stato dato mandato al segretario generale del Comune di costituire un gruppo di lavoro trasversale, "con il coinvolgimento delle direzioni dell'ente competenti in materia a cui affidare il compito di identificare gli interventi di riqualificazione prioritari, predisporre delle schede tecniche e di un avviso pubblico, volto a raccogliere le manifestazioni di interesse, verificare i progetti preliminari e dei piani di fattibilità economico finanziaria presentati per la riqualificazione degli impianti".

Rimandati invece gli approfondimenti riguardanti la riqualificazione e gestione del campetto di calcio di Maccagnolo, campo da calcio via Tagliamento, circolo tennis San Clemente, palestra basket San Lorentino (per la quale sono state stanziate le risorse per la ristrutturazione nel piano opere pubbliche 2021-2023), palestra via Leoni - ex Inadel (non di proprietà del Comune di Arezzo); campo da calcio Le Caselle 1 e 2 (concessi alla società Arezzo Calcio unitamente allo stadio comunale); campi da calcio ex militare Villaggio Dante e Giotto est. Rinviate anche le determinazioni in relazione alla riqualificazione delle palestre scolastiche, nonché delle aree sportive ad accesso libero, inserite in aree verdi o adiacenti ad aree pubbliche o impianti sportivi in quanto attualmente è in corso la fase di ricognizione.

Qui la delibera della giunta comunale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione skatepark, campi da calcio e palazzetto San Clemente: il Comune alla ricerca di gestori

ArezzoNotizie è in caricamento