menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
campriani_podio

campriani_podio

Rio 2016, Campriani: "Pazzeschi due ori, grazie a chi mi è stato vicino". E in Casentino è tripudio

"E' pazzesco arrivare a due ori, non me lo aspettavo. Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini in questi 16 anni". Così Niccolò Campriani ha commentato a caldo l'incredibile vittoria di ieri pomeriggio ai giochi olimpici di Rio nella 50...

"E' pazzesco arrivare a due ori, non me lo aspettavo. Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini in questi 16 anni". Così Niccolò Campriani ha commentato a caldo l'incredibile vittoria di ieri pomeriggio ai giochi olimpici di Rio nella 50 metri in tre posizioni. Un podio arrivato dopo un intenso testa a testa, quasi piovuto dal cielo una gara bellissima ma un ultimo tiro sbagliato. Era il tiro decisivo, e Campriani già pensava all'argento quando il suo avversario, il russo Kamenskiy, ha sparato un colpo peggiore. E all'atleta che indossa la divisa delle Fiamme Gialle l'incredulità si è dipinta in volto: ha vinto il secondo oro.

"Ero preoccupato perché le tre notti successive all'oro, avrò dormito in tutto dieci ore tanta era l'adrenalina in circolo". Ha dichiarato Campriano ai microfoni di Rai Sport subito dopo la premiazione. "Non ne avevo più, dal punto di visto emotivo questa settimana sono state le montagne russe. Sono stato fortunato oggi, perché sono entrato in finale per un niente". Poi con grande umiltà aggiunge "Mi sento di dire che il tiratore migliore di oggi è stato Kamenskiy". Però la medaglia d'oro è finita appesa al suo collo.

Un viaggio nelle montagne russe delle emozioni però non lo ha fatto solo Campriani: tutta Bibbiena, città che lo ha accolto e dove ha scoperto la passione per la carabina giovanissimo, ha gioito e sofferto con lui in questi giorni. A Bibbiena infatti lo hanno visto ad appena 10 anni imbracciare la carabina e a 11 diventare campione italiano. E con la città casentinese il legame è rimasto stretto, tanto che fino al 2004 ha gareggiato per il club casentinese.

E in tanti aspettano di rivederlo nella vallata: per festeggiarlo come si deve. Per dirgli grazie per queste due medaglie, per il record olimpico e per l'altalena di emozioni che ha regalato.

IL VIDEO DELLA PREMIAZIONE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

La Toscana produrrà vaccini anti Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento