Rassina, pari con il Badia Agnano. I casentinesi allungano in classifica

Il Rassina pur pareggiando tra le mura amiche contro il Badia Agnano allunga la propria posizione di capolista di un punto nei confronti del Battifolle, che è uscito sconfitto di misura sul proprio campo contro un’inarrestabile Stia, che sta...

SFirmina_Rassina28

Il Rassina pur pareggiando tra le mura amiche contro il Badia Agnano allunga la propria posizione di capolista di un punto nei confronti del Battifolle, che è uscito sconfitto di misura sul proprio campo contro un’inarrestabile Stia, che sta venendo fuori di Domenica in Domenica, risalendo sempre di più la propria posizione in classifica. Battuta d’arresto del Rassina, dopo sette vittorie consecutive, grazie anche ad un calcio di rigore subito per un fallo di mano di Buricchi in area di rigore, dagli undici metri, Erpici non perdona l’incolpevole De Marco. La gara inizia un pò sottotono con le due squadre che si studiano e non riescono a sfondare la reciproca area avversaria. Il Rassina si vede per la prima volta nell’area del Badia Agnano, con Castri che riesce a sferrare un tiro che però esce alto sopra la traversa. Al 28’ è nuovamente lo stesso Castri a replicare, con un tiro simile al precedente anche questo va di poco sopra la traversa. Al 30’ calcio di punizione per il Rassina da buona posizione, s’incarica del tiro Cerofolini, che spara sulla barriera, sulla respinta riprende la palla Gjoka che spedisce però debolmente tra le braccia di Landini. Al 42’ quando il primo tempo si avvia verso il termine, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla colpisce l’avambraccio di Buricchi, l’arbitro da due passi, vede tutto e non può fare altro che assegnare la massima punizione. S’incarica del tiro dagli undici metri Erpici, che mette a segno nulla da fare per l’incolpevole De Marco. Si va al riposo con il vantaggio ospite, peraltro non meritato in quanto il Badia Agnano era la prima volta che in tutto il primo tempo si trovava in attacco. Inizia la seconda fase di gioco con il Rassina tutto protratto in avanti per giungere al pareggio prima possibile, tutto questo comporta diverse occasioni per i padroni di casa, che ci provano già al 46’ con Ardimanni, che servito da Cerofolini su calcio di punizione, sgancia un gran bolide, ma Landini intuito il tiro non si fa sorprendere e con la punta delle dita devia in angolo. Al 51’ Borghesi su calcio di punizione, mette di poco a lato. Al 59’ Perlini gira a rete una bella palla, ma Landini sempre attento devia in angolo. Al 60’ arriva il sospirato gol del pareggio biancoverde, Fabbrini di colombella dalla fascia destra supera tutta l’area avversaria ed infila la porta del Badia Agnano. Dopo quattro minuti il Rassina per poco sfiora il raddoppio, ma questa volta Landini sempre protagonista respinge in angolo. Assalto finale dei Rassina alla ricerca di quei tre punti che oggi sarebbero serviti per tenere a distanza gli avversari, ma Landini il migliore il campo dei valdarnesi, dice per altre due volte di no ad altrettanti tiri insidiosi degli uomini di Mister Bartolini. Tutto sommato comunque il pari muove la classifica, anche grazie al passo falso della seconda e della terza in classifica. Mercoledì il Rassina affronterà la gara di recupero il quel di Caprese Michelangelo, occasione ghiotta per i Casentinesi per allungare ancora di più sulle dirette avversarie, anche in vista dello scontro di Domenica prossima in quel di Stia, la squadra più in forma in questo momento del Campionato. Buono l’arbitraggio del Signor Nencioli di Prato che ha saputo ben gestire l’incontro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • 7 castelli e ville storiche della provincia di Arezzo che domenica aprono le proprie porte (gratis)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento