Sport

Sì della Procura Antidoping al reintegro di tre giocatori bustocchi sotto cortisonici

La Procura Antidoping ha dato il via libera alla Pro Patria che potrà utilizzare Molnar, Gazo, Disabato. I tre giocatori sono al momento sotto cortisonici.

Foto tratta dal sito della Pro Patria

A Busto Arsizio hanno parlato di "Tonno Gate" per descrivere il caso curioso che ha visto protagonisti tre giocatori della Pro Patria. I tre in questione sono Molnar, Gazo e Disabato che nella settimana che portava alla sfida con la Lucchese hanno trascorso una sera a cena fuori a base di pesce. Tonno per la precisione, da qui il nome appunto di "Tonno Gate". Il problema sta nel fatto che i giocatori sono stati vittime di una intossicazione alimentare. Lo staff medico ha subito prescritto una cura a base di cortisonici. Peccato però che il cortisone rientri tra le sostanze proibite secondo le normative in merito di antidoping.

Molnar, Gazo e Disabato non hanno potuto prendere parte alla sfida con la Lucchese mentre con l'Arezzo torneranno a disposizione. Merito della richiesta inoltrata da parte della Pro Patria alla Procura Antidoping motivando l'assunzione del farmaco che in caso di controlli sarebbe evidenziato dalle analisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sì della Procura Antidoping al reintegro di tre giocatori bustocchi sotto cortisonici

ArezzoNotizie è in caricamento