Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Petrarca Pallamano, una pausa per le categorie giovanili

Alla fine arrivò anche il meritato riposo per i ragazzi della A.S. Petrarca Pallamano. Il prossimo fine settimana fermo di tutti i campionati per le attività delle selezioni interregionali per il Trofeo delle Aree nonché per gli stage delle...

petrarca-pallamano2

Alla fine arrivò anche il meritato riposo per i ragazzi della A.S. Petrarca Pallamano. Il prossimo fine settimana fermo di tutti i campionati per le attività delle selezioni interregionali per il Trofeo delle Aree nonché per gli stage delle nazionali giovanili.

La sosta arriva a puntino per la prima squadra, che purtroppo manca un'occasione a Scarperia dove soccombe 29 a 26 al termine di una gara combattuta ed equilibrata, dove si è pagato lo scotto delle assenze di Billi e Francalanci, squalificati per un turno dopo il bollente finale maremmano della scorsa settimana, e si perso soprattutto sul piano dell'esperienza. Insomma una di quelle partite che l'anno prossimo si vincono di sicuro, ma che al momento lasciano un'amara bocca asciutta con il vertice della classifica che rimane vicinissimo (la capolista Grosseto cade a Prato), il che aumenta il rimpianto. Ben venga quindi lo stop per gli uomini di Saadi, che potranno così ritemprarsi per il finale di un campionato ancora più che aperto.

In under 16 l'ostico Grosseto viene superato dalla formazione B con un 33 a 27 più netto di quanto dica il risultato. Così la sosta è sulla vetta del torneo, e fermandosi lassù il panorama è davvero un bel vedere. La sconfitta a Tavarnelle, 45 a 37, della formazione A è indolore e stabilisce il record di ottantadue reti in sessanta minuti. Diciamo grandi attacchi e difese un pò allegre da ambo le parti. Forse si è corso troppo e anche qui è bene rifiatare.

Gli under 14 vendicano abbondantemente i compagni con un successo, 27 a 16, senza patemi e si confermano rilanciati anch'essi nei quartieri alti della classifica. Loro però non si fermeranno ma faranno un salto in Costa Azzurra per uno degli ormai consueti stage di allenamento con gli amici di Cannes.

In campo femminile la sosta serve solo per le avversarie, visto che il cammino delle petrarchine è travolgente in ogni ambito. In under 18 si era detto ala vigilia che la trasferta di Prato era impegnativa. Lapsus: pratica sbrigata con uno spietato 36 a 8 ed un nuovo titolo che si avvicina per il team di Ruben Romualdi. Così continuando, il presidente La Ferla dovrà trovare risorse per una nuova bacheca trofei, parecchio più capiente dell'attuale.

Come da copione, in under 16 Arezzazzurra si allena contro Grosseto producendo un imbarazzante 36 a 3. Con ben cinque atlete su una rosa di diciotto, la Petrarca è la società più rappresentata nella Nazionale di categoria al lavoro da venerdì a Roma, e questo qualcosa vorrà pur dire. Bertolino, Cacioli, Gozzi, Scapecchi e Romualdi sono pietre preziose, orgogliosamente esibite, di un movimento che ha ormai portato Arezzo all'attenzione dell'handball italiano. Ma nella nostra città, per tradizione ed esperienza, sappiamo bene che senza un supporto bello e robusto, di quasi pari valore, una pietra è solo un sasso, forse più prezioso ma solo un sasso. In casa Petrarca si producono gioielli che si chiamano squadre. Che perciò valgono tanto.

Foto d'Archivio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petrarca Pallamano, una pausa per le categorie giovanili

ArezzoNotizie è in caricamento