Sport

Personalità, fraseggio, tenuta atletica e under. Un Arezzo in piena crescita

Dal Canto aveva chiesto una prova di personalità e così è stato. L'Arezzo sceso in campo a Pisa ha tirato fuori una partita di carattere, strappandi applausi e consensi, e il bello senza giocare solo di sciabola. Al netto di un avversario di...

AlessandroDalCanto_allenatore_SSArezzo

Dal Canto aveva chiesto una prova di personalità e così è stato. L'Arezzo sceso in campo a Pisa ha tirato fuori una partita di carattere, strappandi applausi e consensi, e il bello senza giocare solo di sciabola.

Al netto di un avversario di valore anche se ancora in pieno rodaggio, il Cavallino ha fatto vedere passi in avanti su tutti i fronti. Sul piano atletico con una tenuta costante nell'arco dei 90'. La stessa tenuta che aveva permesso di tenere botta a Lucca e accelerare nella ripresa. Ci sono state le conferme di un Pelagotti ancora una volta decisivo. Di un Basit che per essere un 1999 lotta senza paura per fare diga lì in mezzo: la sorpresa più piacevole di questo inizio di stagione.

Ma sotto la voce crescita c'è il fraseggio, una costante all'Arena Garibaldi. Una tattica non da tutti e che in pochi forse replicheranno in casa nerazzurra. Segno che l'Arezzo ha lavorato e lavorato su certi aspetti che non nascono così. Serve una certa tranquillità e "una testa libera", giusto per citare ancora le parole di Dal Canto alla vigilia.

Sala in azione

Al tecnico va dato atto di aver non solo preparato bene la partita. A Pisa l'undici amaranto ha iniziato la partita con quattro under. Al triplice fischio finale in campo erano presenti Buglio, Basit, Pinto, Sala, Tassi e Borghini. Ben sei under su undici elementi. L'Arezzo baby avrà pure ballato lì dietro ma non ha retto l'urto quando il Pisa ha tirato fuori la fisicità ma non l'organizzzione del gioco.

Unico neo, a voler essere pignoli, la cattiveria in zona gol. Serrotti come raccordo tra i reparti e aggressione sul play. Cutolo ad allargare le maglie e Brunori a tutto campo. In area non sempre c'era una maglia amaranto. In effetti un centravanti puro, un uomo d'area di rigore, manca in rosa. Anche perchè a Pisa le occasioni migliori le hanno avute i centrocampisti. "Lavoreremo anche su questo aspetto" ha detto Dal Canto.

Capitolo Moscardelli. Qualche sguardo verso il settore ospiti, ma alla fine ha prevalso l'indifferenza. Un po' perchè il derby non è una partita come le altre. Un po' per la situazione ambientale creatasi dopo la lettura della nota stampa del Pisa. Del possibile posticipo e così via. Indifferenza che al minuto numero 78 ha lasciato posto a qualche timido applauso.

Articoli correlati:

"Il rinvio chiesto dal Pisa? Contattati tardi, ecco come è andata". Parla Pieroni VIDEO

Le pagelle di Pisa-Arezzo

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Personalità, fraseggio, tenuta atletica e under. Un Arezzo in piena crescita

ArezzoNotizie è in caricamento