Sport

Pavanel elogia il gruppo: "Sfiorato il colpaccio. Potrebbe essere la svolta, ma guai ad abbassare la guardia"

Potrebbe essere la partita della svolta. Ne è convinto Massimo Pavanel che in sala stampa analizza il risultato del derby con i suoi ragazzi sotto di un gol che sono riusciti a raggiungere i padroni di casa sfiorando nel finale il colpaccio...

Pavanel_primopiano_salastampa
Potrebbe essere la partita della svolta. Ne è convinto Massimo Pavanel che in sala stampa analizza il risultato del derby con i suoi ragazzi sotto di un gol che sono riusciti a raggiungere i padroni di casa sfiorando nel finale il colpaccio esterno.
"Siamo partiti molto bene - commenta Pavanel - non abbiamo chiuso a dovere gli spazi in occasione del loro gol. Tra l'altro è stata la loro vera e unica occasione pericolosa. Ad inizio ripresa ho inserito Foglia per a rimetterla a posto. La squadra si è espressa bene non solo perché ha trovato il pari ma anche perché è andata davvero vicina al gol del 2-1".

Tra le note liete non solo il risultato ma anche l'atteggiamento e la tenuta atletica della squadra.
"Abbiamo dei margini enormi di miglioramento e questo mi fa ben sperare - prosegue mister Pavanel - affrontavamo una squadra che mercoledì ha riposato e veniva da una settimana tipo. Temevo che alla fine potesse emergere tra i miei ragazzi un po 'di stanchezza ma non è stato così, anzi. Nei minuti finali sembrava che avessimo più energie dei nostri avversari".

Un punto ottenuto in casa di un Livorno in salute, il settimo in tre partite, può rappresentare la svolta. Adesso guai ad abbassare la guardia.
"Siamo stati determinati, non abbiamo fallito l'approccio e nemmeno la prestazione - sottolinea Pavanel - adesso ci riposeremo un giorno in più perché questo trittico è stato veramente sfiancante e da mercoledì penseremo all'Olbia. Il difficile viene adesso. Dovremo spostare più avanti i nostri limiti e avere la stessa determinazione e applicazione. Potrebbe davvero essere la svolta se manteniamo alta la concentrazione".

Ecco invece il commento del giocatore del Livorno Gasbarro:


"Ogni partita è una storia a sé. Magari l'Arezzo era più stanco di noi ma se corri peggio degli altri fai più fatica. A livello tattico sono stati bravi. Non dobbiamo guardare la classifica, quella va vista alla fine".

Articoli correlati:
Apre Maiorino, risponde D'Ursi. L'Arezzo ferma il Livorno (1-1)

Twitter @MatteoMarzotti
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pavanel elogia il gruppo: "Sfiorato il colpaccio. Potrebbe essere la svolta, ma guai ad abbassare la guardia"

ArezzoNotizie è in caricamento