Ferretti: "Resto e rafforzo il progetto. Ho speso 4,5 milioni per l'Arezzo". La diretta

Ore 17:15 - Quale sarà il futuro dell'Arezzo? "Dovreste chiederlo al presidente - risponde l'avvocato del patron amaranto ma mi pare che abbia ribadito che è, resta saldamente il presidente dell'Arezzo. I programmi vanno avanti". Ore 17:00 -...

 

Ore 17:15 - Quale sarà il futuro dell'Arezzo? "Dovreste chiederlo al presidente - risponde l'avvocato del patron amaranto ma mi pare che abbia ribadito che è, resta saldamente il presidente dell'Arezzo. I programmi vanno avanti".

Ore 17:00 - Ferretti dopo essersi lamentato dell'atteggiamento della stampa aretina nei suoi confronti ha lasciato la sala stampa.

Ore 16:59 - "Voi scrivete solo contro di me, aizzando la piazza contro di me. Nessuno ha mai scritto che ho speso 4 milioni e mezzo di euro prendendo una squadra che era fallita" replica Ferretti.

Ore 16:54 - "Ferretti è stato furbo: anche se Nuccilli avesse pagato - prosegue Levati - il presidente Ferretti sarebbe rimasto amministratore della società e 960mila euro avrebbero potenziato l'Arezzo. Voi della stampa avete l'obbligo di spiegare questo ai tifosi".

Ore 16:51 - Ferretti non si è messo nella bocca del leone - spiega l'avvocato Levati. Sulla base degli atti Ferretti era più che tutelato. La Programma Mutuo srl è e rimane proprietaria dell’Arezzo. Nuccilli personaggio discutibile? Può essere così, ma nulla vieta di parlarci salvo dargli fiducia".

Ore 16:39 - L'avvocato Levati: "rinuncio al mio compenso a patto che Nuccilli faccia un gesto concreto. Voleva rifare le panchine dello stadio? Lo faccia pure, a quel punto gli rimettiamo la querela".

Ore 16:33 - Ma Ferretti non conosceva Nuccilli. "Lei conosce tutte le persone che incontra?" replica Ferretti. "Il 51 per cento sarebbe stato ceduto a valore nominale quindi Ferretti non avrebbe preso un euro - spiega Levati - il presidente avrebbe ceduto la squadra per 960mila euro solo per il bene dell'Arezzo e ampliare i progetti". Ferretti ha scritto una lettera ai tifosi.

Ore 16:32 - "Le quote sono di Mauro Ferretti, Nuccilli non deve restituire nulla - afferma l'avvocato Levati - la Camera di Commercio di Arezzo provvederà in tempi brevi a riportare che la Programma Mutuo detiene il 99 per cento delle quote".

Ore 16:22 - L'avvocato Levati ricostruisce quanto accaduto. "Ferretti incontra Nuccilli, imprenditore edile, che avrebbe ampliato e concretizzato progetto meraviglioso. Ferretti offrì una quota di minoranza. La trattativa si interrompe perché Nuccilli vuole la maggioranza delle quote. Ferretti cede il 51 per cento a condizione a esclusione che l’amministrazione del club restasse nelle sue mani e nel cda del club. La cessione delle quote viene fatta a valore nominale (35.700 euro) ma il cda resta quello in carica con Ferretti che sarebbe rimasto amministratore delegato. I 960mila euro erano somme che sarebbero servite all’Arezzo calcio. Ferretti mostra la sua disponibilità a non avere alcun vantaggio personale perché quei soldi sarebbero serviti a supportare la squadra concretizzando i programmi. Ferretti non è un ingenuo. C’è l’inserimento di una clausola risolutiva espressa si afferma che in caso di mancato ottemperanza da parte di Flowers Holding il contratto sarebbe stato risolto di diritto".

Ore 16:14 - Il messaggio letto da Mauro Ferretti:

"La vostra presenza spero garantisca un messaggio forte e chiaro che arrivi ai tifosi e alla città. Mi atterrò a questa dichiarazione perché c'è una vicenda giudiziaria in corso. Sugli aspetti tecnici della vicenda interverrà il mio legale Giovanni Legali. La mia presidenza e la mia proprietà è salda e non è induscussione così come i programmi definiti con Gemmi e Riccioli. Sono programmi pluriennali rivolti alla creazione di una società con settore giovanile, strutture. Sarei stato disponibile a farmi affiancare da persone. L’obiettivo era quello di migliorare le strutture a partire dallo stadio che per noi è essenziale. Si è aperto un discorso con persone legate al mondo delle costruzioni. E’ noto a tutti quanto emerso intenzionato a passare la mano e cedere il controllo della società. Non era e non è la mia intenzione. Se sono caduto in un tranello lo dirà la storia nelle prossime settimane. Ribadisco di voler restare al timone dell’Arezzo. Ho cenato con la squadra venerdì scorso insieme allo staff e ho chiarito questo aspetto. Sono contento sabato di aver visto seppur in un campo infame come quello della Racing Roma grinta e voglia di lottare. Questa vicenda ha rafforzato scettici nei miei confronti e dato forza ai miei nemici che non mancano. Manterrò fede ai miei impegni per continuare la nostra corsa e sperare nel lieto fine che sogniamo. Ringrazio i tifosi che mi hanno manifestato vicinanza e spero di aver dato risposta a chi aveva ed ha dubbi. Per tutti i delatori non ho nulla da dire: io vado avanti”.

Ore 16:08 - Ferretti entra in sala stampa accompagnato dai suoi legali.

Ore 15:40 - L'Arezzo vieta la diretta video su Facebook. Sarà solo la società a trasmettere in diretta la conferenza del presidente. Ci scusiamo con i nostri lettori, ma la scelta non è dipesa da noi ma dal volere della società. Avremmo voluto garantirvi questo servizio per pluralità di informazione.

Ore 12:50 - Questa mattina intanto il patron si è recato in Comune dove ha incontrato l'assessore Lucia Tanti e il sindaco Ghinelli. Un incontro durato circa mezz'ora all'interno della sala giunta. Nessun commento al termine da parte di Ferretti che si è limitato a rispondere: "alle 16 allo stadio".

Il sindaco Ghinelli nel frattempo ha dichiarato di aver ricevuto garanzie da Ferretti ma di non voler entrare nella vicenda perchè è giusto che ne parli prima il presidente.

La conferenza stampa di Ferretti sarà seguita anche da Palazzo Cavallo dove è in svolgimento il consiglio comunale. Probabile che la discussione dell'affidamento de Le Caselle all'Arezzo avvenga dopo l'incontro di Ferretti con stampa.

Articoli correlati:

Ferretti a colloquio in Comune. Ghinelli: "Ho avuto garanzie"

Ferretti, Nuccilli e l’Unione Sportiva Arezzo. Gli interrogativi del popolo amaranto VIDEO

Parla Nuccilli: “Ho il 51 per cento dell’Arezzo. Pronto a fare un passo indietro”

Ferretti: “Sono e resto il proprietario dell’Arezzo. E’ stato un tentativo di truffa”

L’identikit di Alessandro Nuccilli

Il 51% dell'Arezzo nelle mani di Nuccilli, ma Ferretti annuncia azioni legali Twitter @MatteoMarzotti @EnricaCherici

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento