Sport

Pallamano, grande Petrarca sullo Spezia: partita vinta 22-20

Il partitone della migliore Petrarca dell'anno capovolge il pronostico e schianta lo Spezia secondo in classifica. Con i liguri, che forse non si aspettavano un avversario così tosto, è una partita punto a punto, dove ogni rete è sudata e...

seriebm-2

Il partitone della migliore Petrarca dell'anno capovolge il pronostico e schianta lo Spezia secondo in classifica. Con i liguri, che forse non si aspettavano un avversario così tosto, è una partita punto a punto, dove ogni rete è sudata e memorabile. Prevalenza delle difese sugli attacchi e punteggio decisamente basso per la pallamano di oggi. Così il primo tempo vede Arezzo in vantaggio 11 a 10 ma bisogna aspettare la metà ripresa perchè gli uomini di Saadi operino il break che li manda avanti fino a quattro reti: tanto basta per contenere il ritorno finale degli ospiti e chiudere sul 22 a 20. Finalmente si è vista una vera squadra in campo, capace di un bel gioco collettivo che ha esaltato le doti individuali dei vari Agutoli, D'Alessandro e Schiatti solo per fare qualche nome senza fare graduatorie di merito prive di senso. Insieme si soffre e si gioisce. Insieme adesso forse si vive qualche rimpianto ma anche la consapevolezza di un futuro possibile fin dal prossima trasferta di Tavarnelle, preziosa occasione per salire ancora in classifica.

In under 17 la Petrarca saluta soprattutto il rientro di capitan Penco oltre due mesi dopo l'infortunio nella partita che segna l'ennesima vittoria su Firenze La Torre grazie ad un risultato, 35 a 26, mai in discussione che conferma la Petrarca lanciata, unica concorrente, all'inseguimento dell'imbattuta Tavarnelle. Però ancora una volta le cronache raccontano di una formazione che solo a tratti si esprime coralmente come certo sa fare e che anzi spesso manifesta una certa indulgenza ai leziosismi individuali ed alla ricerca dell'effetto. Bisognerà convincersi che le partite che contano andranno affrontate con spirito diverso e che comunque anche l'ultima della classe potrebbe costituire una buccia di banana. Per chi guarda gli altri dall'alto della classifica una scivolata per sbadataggine potrebbe fare parecchio male. Anche costare un campionato, quindi attenzione anche al prossimo impegno casalingo, sulla carta agevole, contro Montecarlo.

Firenze La Torre porta invece via l'intera posta in under 17 femminile, imponendosi 27 a 23 su di una Petrarca stranamente spenta. Le ragazze sono contratte, quasi intimorite e non riescono a ripetere la gara tutto cuore che all'andata fruttò una sofferta e bellissima vittoria. Una prestazione a tratti incomprensibile e sicuramente un'occasione persa in quanto La Torre è apparsa un'avversaria sicuramente alla portata di un potenziale purtroppo inespresso. Giriamo pagina, ed intanto cerchiamo una prova d'orgoglio domenica prossima sul campo di Tushe Prato, capolista under 19. Pronostico chiuso, nulla da perdere, può essere un vantaggio.

Ma dobbiamo guardare anche lontano ed uscire dai confini della nostra seppur bellissima regione. Grazie al Campus Talent "Alessio Bisori" e all'infaticabile Abderrahman Saadi il nome Petrarca si accosta a quello, prestigiosissimo, del Paris St. Germain, società mito della pallamano francese. Il breve stage transalpino di inizio mese, che ha coinvolto anche alcuni ragazzi di altre società toscane, è appena l'inizio di un progetto dì collaborazione che potrebbe avere davvero riflessi importanti sulla pallamano aretina e non solo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, grande Petrarca sullo Spezia: partita vinta 22-20

ArezzoNotizie è in caricamento