Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Il palazzetto del nuoto forma i professionisti del salvataggio

Aumentare la sicurezza nelle acque e formare professionisti del salvataggio in grado di salvare vite. Questo doppio obiettivo è alla base del Corso Professionale di Bagnino che è in fase di svolgimento al palazzetto del nuoto di Arezzo con dieci...

Chimera Nuoto - Marco Magara-3

Aumentare la sicurezza nelle acque e formare professionisti del salvataggio in grado di salvare vite. Questo doppio obiettivo è alla base del Corso Professionale di Bagnino che è in fase di svolgimento al palazzetto del nuoto di Arezzo con dieci allievi ma le cui iscrizioni resteranno ancora aperte per tutto il mese di febbraio, permettendo così ad un numero più alto di persone di poter conseguire il brevetto entro l'arrivo dell'estate. L'iniziativa, organizzato dalla sezione aretina della Società Nazionale di Salvamento in collaborazione con le altre realtà attive presso la piscina comunale, si rivolge a chi ha tra i 16 e i 55 anni e si sviluppa attraverso una serie di lezioni pratiche e teoriche per insegnare tutte le tecniche per rendere sicuri i litorali marittimi, le piscine, i fiumi e i laghi. Tenuto dagli istruttori Nicola Romanelli e Angelo Rossi, il percorso di formazione prevede due incontri serali a settimana e terminerà a maggio con gli esami che permetteranno di consegnare i nuovi brevetti da bagnino riconosciuti dai ministeri competenti e validi in tutta l'Unione Europea.

Il Corso Professionale di Bagnino sarà prevalentemente pratico e vedrà molte lezioni svolgersi in piscina per perfezionare le capacità natatorie, per allenare l'apnea e per apprendere le tecniche di estrazione e le modalità di trasporto di un corpo. Una particolare attenzione sarà rivolta all'area medica articolata con nozioni di primo soccorso e di Bls-D (Basic Live Support con defibrillatore), mentre la parte teorica abbraccerà una vasta gamma di argomenti per illustrare l'ordinanza balneare, la legge regionale sugli impianti sportivi, le norme di sicurezza di una piscina e tanto altro ancora. L'iter previsto dal palazzetto del nuoto di Arezzo è rivolto esclusivamente all'abilitazione per le piscine, ma può essere successivamente integrato con una prova in mare aperto presso la capitaneria di porto di Livorno per acquisire validità anche per litorali marittimi e laghi. Per iscriversi e per ottenere ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria del palazzetto del nuoto, chiamare il 347/42.49.641 o visitare i siti www.centrosportchimera.com o www.salvamento.it.

«Questo corso - spiega Marco Magara, segretario della Società Nazionale di Salvamento di Arezzo, - fornisce un brevetto utile anche in chiave lavorativa: molti dei centotrenta allievi che abbiamo formato nel corso degli anni hanno trovato impiego e sono stati protagonisti di numerosi interventi di salvataggio in tutta Italia. Il percorso che proponiamo è lungo, difficile e complesso, ma si tratta di un impegno necessario per fornire ad ogni futuro bagnino tutte le competenze e la preparazione per essere pronto ad intervenire per salvare le vite».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il palazzetto del nuoto forma i professionisti del salvataggio

ArezzoNotizie è in caricamento