Sport

Prova di cuore a Olbia: sotto di due gol l'Arezzo ribalta il match (2-3). Espulso Moscardelli

Pavanel vara un ampio turn over. Nel recupero di campionato in casa dell'Olbia torna titolare Ferrari insieme a Semprini e Cellini. Cambiano gli uomini ma non il modulo. Difesa con Muscat, Varga e Della Giovanna. Mediana Semprini sull'out di...

ArezzoGiana8

Pavanel vara un ampio turn over. Nel recupero di campionato in casa dell'Olbia torna titolare Ferrari insieme a Semprini e Cellini. Cambiano gli uomini ma non il modulo. Difesa con Muscat, Varga e Della Giovanna. Mediana Semprini sull'out di destra, Foglia, Lulli, Cenetti e Benucci. In attacco Cellini con Di Nardo. L'Olbia a caccia di punti per i playoff conferma il 4-3-1-2 ritrovando Ragatzu.

La partenza è shock. Dopo un minuto Ragatzu prende palla si accentra e lascia partire un destro che Ferrari non trattiene. L'Arezzo risponde subito: Cellini devìa nell'area piccola, Aresti respinge ma Foglia viene murato sul più bello.

Gli amaranto sono sul pezzo, sono propositivi, ma l'Olbia non fa sconti. Al 15' ancora Ragatzu va via sulla sinistra e mette un pallone che Biancu appostato sul primo palo mette in rete. L'Arezzo questa volta accusa il colpo. Servono minuti per riorganizzarsi e la risposta arriva poco prima della mezz'ora con Cenetti che segna sfruttando il rasoterra di Cellini. La rimonta si completa al 40': Cellini sul traversone di Semprini impegna Aresti, la palla resta lì e il numero 11 è il più lesto a firmare il pari.

Pavanel nell'intervallo toglie Foglia e Varga per De Feudis e Luciani. Al 53' a Cutolo e soprattutto a Moscardelli che torna dopo l'infortunio. L'Arezzo mette alle corde l'Olbia. I padroni di casa soffrono la verve degli uomini di Pavanel tornati in partita dopo un avvio da brividi. Cutolo e Moscardelli con un'occasione a testa tengono in allerta la difesa di mister Mereu. Il capitano al 70' sfiora nuovamente il gol ma è la traversa a fermare il suo colpo di testa.

L'Arezzo sembra costretto ad accontentarsi del pari dopo il rosso rimediato per proteste da Moscardelli all'87. Ma ecco al 91' la rete che decide l'incontro: De Feudis tocca per Cutolo che batte con la complicità di una deviazione della barriera Aresti sotto il settore ospiti.

Un gol pesantissimo. L'Arezzo sale al quartultimo posto in classifica, allunga la serie utile e si presenta nel migliore dei modi al derby con il Siena. L'Arezzo è vivo.

OLBIA (4-3-1-2): 1 Aresti; 26 Delvecchio, 5 Dametto, 6 Iotti, 23 Cotali; 21 Feola (37' st 13 Pennington), 20 Muroni, 7 Murgia (23' st 4 Geroni); 19 Biancu (37' st 25 Choe); 10 Ragatzu, 17 Senesi (36' st 18 Silenzi).

A disposizione: 22 Van Der Want, 3 Manca, 14 Pisano, 15 Oliveria, 27 Mossa.

Allenatore: Bernardo Mereu.

AREZZO (3-5-2): 1 Ferrari; 13 Muscat, 5 Varga (1' st 16 Luciani), 25 Della Giovanna (16' st 14 Ferrario); 30 Semprini, 20 Cenetti, 7 Lulli, 8 Foglia (1' st 18 De Feudis), 21 Benucci; 19 Di Nardo (8' st 10 Cutolo), 11 Cellini (8' st 9 Moscardelli).

A disposizione: 22 Perisan, 2 Talarico, 3 Mazzarani.

Indisponibili: 4 Sabatino, 6 Yebli, 23 Criscuolo, 26 Franchetti, 27 Belvisi, 29 Campagna, 32 Regolanti.

Allenatore: Massimo Pavanel.

ARBITRO: Daniele Viotti di Tivoli (Dario Gregorio di Bari - Alessandro Colinucci di Cesena).

RETI: pt 1' Ragatzu, 15' Biancu, 28' Cenetti, 40' Cellini, 46' Cutolo.

Note - Spettatori: 400 circa. Recupero: 2' + 4'. Angoli: 1-4. Ammoniti: pt 33' Varga, 43' Lulli; st 1' Della Giovanna, 27' Geroni, 29' Cenetti. Espulsi: al 42' st Moscardelli.

Articoli correlati:

Pavanel: "Prestazione fantastica"

Olbia-Arezzo, le pagelle. Turn over e cambi decisivi

La classifica del girone A Twitter @MatteoMarzotti
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prova di cuore a Olbia: sotto di due gol l'Arezzo ribalta il match (2-3). Espulso Moscardelli

ArezzoNotizie è in caricamento