Notte fonda Arezzo: la Carrarese degli ex cala il poker(1-4). Squadra a rapporto negli spogliatoi

Sarebbero bastati gli ex di turno ad accendere i riflettori su Arezzo-Carrarese, con i marmiferi che arrivavano al Comunale imbattuti dopo cinque giornate di campionato. A gettare benzina sul fuoco ci ha pensato anche l'audio registrato di...

Sarebbero bastati gli ex di turno ad accendere i riflettori su Arezzo-Carrarese, con i marmiferi che arrivavano al Comunale imbattuti dopo cinque giornate di campionato. A gettare benzina sul fuoco ci ha pensato anche l'audio registrato di nascosto al termine dell'amichevole di Lucignano. "Se non vinciamo vi scanno" ha detto Capuano alla squadra tanto per non essere frainteso. E chissà cosa avrà detto il tecnico ai suoi a fine partita dopo aver incassato 4 gol e rimediando due espulsioni.

Remondina, che fin qui aveva utilizzato lo stesso modulo degli amaranto, disegna un 4-3-2-1 lasciando in panchina tutte le prime punte con Erpen e Gnahoré alle spalle di Cais. L'unica novità nella formazione di casa è l'inserimento di Milesi in difesa al posto di Monaco e quello di Pugliese a centrocampo per Feola.

Si gioca sotto una pioggia battente ad Arezzo, ma il manto erboso non sembra risentirne. Gli amaranto ripartono con le stessa identità di gioco vista contro il Pisa: tanto fraseggio a centrocampo, Tremolada ispiratore e Carlini pronto a scorrazzare in fascia. La prima occasione è per l'Arezzo con Betancourt: stop di petto e destro che termina di poco a lato. La Carrarese non riesce ad innescare la mobilità di un tridente tanto veloce quanto poco fisico e così per la porta amaranto l'unico pericolo arriva su una punizione dell'ex Dettori.

Alla mezz'ora ecco un vivace botta e risposta. Prima ci prova Defendi che entra in area, resiste ad un avversario, ma calcia addosso a Lagormasini. Nemmeno un minuto dopo Cais nell'area amaranto con un'incornata prova a superare Baiocco che in due tempi blocca a terra.

Pronti via e la ripresa si apre con la smanacciata di Baiocco sul solito Cais. Sugli sviluppi del calcio d'angolo Berardocco dal limite fa la barba al palo facendo infuriare Capuano. Il tecnico non è soddisfatto della sua squadra. L'Arezzo rispetto al primo tempo arretra troppo il proprio baricentro e quando si tratta di costruire il gioco non riesce a mettere ordine per dettare l'ultimo passaggio. La Carrarese nel frattempo alza i giri, fa salire gli esterni e con un'incursione di Barlocco al 58' trova il rigore sul fallo di Milesi che viene anche espulso. Sul dischetto di presenta Erpen che non sbaglia. L'argentino riceve l'abbraccio dei compagni, ma non esulta.

Per l'Arezzo si spegne la luce. Gli amaranto spariscono dal campo e per la Carrerese il raddoppio, grazie anche all'uomo in più, arriva dopo pochi minuti. Ci mette ancora una volta la firma Erpen che serve con un lancio millimetrico Gyasi. Il neoentrato stoppa il pallone, evita Monaco e infila Baiocco per il 2-0.

Capuano tenta il tutto e gioca la carta Mariani che fa il suo dovere. Su un suggerimento dalle retrovie l'attaccante amaranto trova il tempo giusto per inserirsi e battere Lagomarsini per 2-1. E' solo un fuoco di paglia perchè la Carrarese prima del 90' trova il gol del 3-1 con il solito Gyasi che riceve palla in area e appoggia in rete senza problemi. Ma non è finita qui. Al 90' arriva anche la rete di Gnahoré a sancire la fine e (forse) la giornata più difficile da quando Capuano siede sulla panchina amaranto.

A fine partita il tecnico ha fermato la squadra negli spogliatoi. Un confronto che, come ha detto il tecnico in conferenza stampa servirà a capire chi è l'autore della registrazione audio al termine dell'amichevole di Lucignano.

"Voglio il nome - ha detto il tecnico. Chi ha sbagliato non può stare in questa squadra".

AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 3 Carlini, 2 Panariello, 5 Milesi, 6 Sperotto; 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Pugliese (18' sy 14 Monaco); 10 Tremolada (18' st 18 Vinci); 11 Betancourt, 9 Defendi (31' st 21 Mariani).

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 15 Madrigali, 16 Masciangelo, 17 Feola, 19 Ceria, 20 Calabrese, 22 Cori.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Brumat, Del Magro. CARRARESE (4-3-2-1): 1 Lagomarsini; 2 Tavanti, 5 Sbraga, 6 Massoni, 3 Barlocco; 11 Cavion (7' st 22 Gyasi), 4 Berardocco, 10 Dettori; 7 Erpen (40' st 20 Gherardi), 8 Gnahoré; 9 Cais (17' st 21 Vitiello).

A disposizione: 12 Nocchi, 13 Sales, 14 Benedini, 15 Battistini, 16 Bagni, 17 Alhassan, 18 Pedone, 19 Gerbaudo, 23 Infantino.

Allenatore: Gian Marco Remondina.

ARBITRO: De Remigis di Teramo (Di Monte di Chieti - Montanari di Ancona). OA: Tenaglia di Perugia.

RETI: st 14' Erpen rig, 24' Gyasi, 33' Mariani, 42' Gyasi, 45' Gnahoré.

Note - Recupero: 1' + '. Angoli: . Ammoniti: pt 16' Panariello, 35' Dettori; st 23' Betancourt, 25' Gyasi. Espulso Milesi al 13' st per fallo da ultimo uomo; espulso Vinci al 48' per proteste.

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

Video popolari

Notte fonda Arezzo: la Carrarese degli ex cala il poker(1-4). Squadra a rapporto negli spogliatoi

ArezzoNotizie è in caricamento