Sport

Multe e Daspo per chi non occupa il proprio posto al "Città di Arezzo"

Ore 18.15 - Nessun inasprimento dei controlli, soltanto un appello alle buone maniere. Dalla riunione del Gruppo operativo di sicurezza di stamattina filtra un atteggiamento soft da parte della questura riguardo i posti assegnati allo stadio. Dopo...

STADIO1-640x360

Ore 18.15 - Nessun inasprimento dei controlli, soltanto un appello alle buone maniere. Dalla riunione del Gruppo operativo di sicurezza di stamattina filtra un atteggiamento soft da parte della questura riguardo i posti assegnati allo stadio. Dopo i comunicati stampa dell'Us Arezzo dei giorni scorsi, sollecitati proprio dai responsabili dell'ordine pubblico, c'era il timore che scattassero le sanzioni per i tifosi "beccati" in uno spazio diverso da quello indicato sul biglietto e sulla tessera di abbonamento. E questa linea dura aveva alimentato le polemiche e il malumore degli spettatori.

Multe e Daspo in arrivo per i tifosi che non saranno trovati in occasioni delle partite interne dell'Arezzo in un posto diverso da quello loro assegnato.

No, non è uno scherzo. A comunicarlo è la società amaranto con una nota stampa sollecitata dall'autorità di pubblica sicurezza.

"L'U.S. Arezzo ci tiene a ricordare a tutti i propri tifosi che, come riportato nel regolamento d'uso dello stadio basato sulle vigenti disposizioni di legge - si legge nel comunicato - tutti gli spettatori sono tenuti ad occupare solo ed esclusivamente il posto indicato sul proprio biglietto d'ingresso o abbonamento. A seguito dei possibili controlli, gli spettatori che venissero trovati ad occupare posti diversi da quelli acquistati ed indicati nel biglietto d'ingresso o abbonamento, saranno sanzionabili secondo le normative vigenti".

Ciò significa che per evitare brutte sorprese in caso di controlli sarà necessario rispettare, in ogni settore dello stadio, la fila e il posto numerato assegnato ad abbonati e spettatori paganti.

Una comunicazione che ha lasciato a bocca aperta i tifosi. Stupore misto a rabbia per una "restrizione" che è sì scritta nel regolamento d'uso dello stadio ma che ha il sapore di una presa di posizione dopo i due bengala accesi in Curva Sud in occasione della partita con la Giana Erminio senza alcuna conseguenza.

Tra l'altro c'è da dire che nel corso di questa stagione non si sono registrati episodi disdicevoli nè sugli spalti nè fuori dall'impianto. Tutto questo a poche settimane dall'inizio dei playoff.

Twitter @ArezzoNotizie

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe e Daspo per chi non occupa il proprio posto al "Città di Arezzo"

ArezzoNotizie è in caricamento