Sport

Mercato Us Arezzo, Pavanel in prima linea. Obiettivo difensore e sfoltire non solo tra gli over

"Di certo una stagione così è difficile da dimenticare". Questo fu il commento di Massimo Pavanel poche settimane fa in sala stampa pensando alle vicende societarie dell'ultimo periodo. Penalizzazioni, punti restituiti, trattative per la cessione...

Abbruscato_Pavanel_Montefeltro

"Di certo una stagione così è difficile da dimenticare". Questo fu il commento di Massimo Pavanel poche settimane fa in sala stampa pensando alle vicende societarie dell'ultimo periodo. Penalizzazioni, punti restituiti, trattative per la cessione e così via. La prima esperienza sulla panchina di una prima squadra è stata un susseguirsi di situazioni da gestire prendendole di petto e con esperienza.

Il direttore sportivo che succederà a Di Iorio non arriverà, almeno a breve. L'addio di Zavaglia e del diesse (non è un mistero) è legato alla possibilità di far entrare nuovi investitori i quali però vogliono in quei ruoli chiave persone di loro fiducia. Ecco allora la separazione per provare a dare maggiore solidità all'Arezzo in ambito economico soprattutto con la scadenza del 16 febbraio ormai prossima.

Adesso c'è il mercato da gestire. Già perché l'addio di direttore generale e diesse a pochi giorni dalla scadenza del 31 gennaio apre le porte ad un nuovo compito per mister Pavanel. Anche se dovesse arrivare nel prossimo futuro Nario Cardini nell'organigramma non c'è il tempo materiale e tecnico da qui alla chiusura dei trasferimenti di vedere entrare un nuovo diesse.

Spazio quindi alla linea tracciata dal tecnico che si baserà ancora sul taglio del monte ingaggi. Via over e under ma con giudizio. Cutolo intanto è stato reintegrato in gruppo. Troppo importante la sua esperienza (e gli assist) nonostante l'ingaggio.

Chi può partire. Ferrario e Cellini sono sempre in uscita. Il problema della loro esperienza in amaranto sono stati gli infortuni che ne hanno frenato l'impiego. Anche Quero e Franchetti possono andare, così come Yebli e Criscuolo con i quali però sarà necessario interagire con Bari e Sampdoria proprietarie dei cartellini. Nessuna novità per Muscat (non è dato sapere se resterà o meno).

Chi può arrivare. Piacevano e piacciono Borghese del Livorno ma soprattutto Daniele Marino (classe 1988) della Ternana, anche se resta in piedi l'ipotesi Alessandro Celli ('94) del Foggia.

Articoli correlati:

Via Zavaglia e Di Iorio. Contatto con Cardini, possibili novità sul fronte societario Twitter @MatteoMarzotti
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Us Arezzo, Pavanel in prima linea. Obiettivo difensore e sfoltire non solo tra gli over

ArezzoNotizie è in caricamento