Sport

Maxi squalifica per un giocatore della Fortis Arezzo: fuori fino a giugno 2018

Squalificato fino al 28 novembre un dirigente del San Marco, ma la sanzione record nell'ultimo bollettino con le decisioni del Giudice sportivo spetta ad un giocatore della Fortis Arezzo: fuori fino al 30 giugno 2018. L'arbitro decreta la fine...

Arbitro_guardalinee

Squalificato fino al 28 novembre un dirigente del San Marco, ma la sanzione record nell'ultimo bollettino con le decisioni del Giudice sportivo spetta ad un giocatore della Fortis Arezzo: fuori fino al 30 giugno 2018.

L'arbitro decreta la fine delle ostilità tra Indomita Quarata-Fortis Arezzo con la vittoria su rigore in pieno recupero dei padroni di casa. Il giocatore della Fortis Arezzo offende l'arbitro e corre verso gli spogliatoi nel tentativo di non farsi identificare visto che indossava la giacca della tuta.

Le offese proseguono anche negli spogliatoi dove il giocatore appoggia una mano sul petto dell'arbitro spingendolo all'indietro e minacciandolo di non riportare nulla di quanto accaduto.

Nonostante la giacca della tuta il direttore di gara ha comunque riconosciuto il calciatore della Fortis Arezzo dal cartellino. La stagione per lui è finita visto che potrà tornare a disposizione il 30 giugno 2018 quando il campionato sarà già in vacanza a meno che la Fortis Arezzo non decida di inoltrare ricorso.

"A fine gara offendeva il direttore di gara da circa 20 metri - si legge nel bollettino - correndo poi verso lo spogliatoio nel tentativo di sottrarsi all'identificazione in quanto indossante la giacca della tuta. Allorquando il direttore di gara giungeva davanti agli spogliatoi lo offendeva nuovamente. Richiestogli dall'arbitro di farsi identificare, assumeva nei confronti di quest'ultimo atteggiamento irriguardoso e minaccioso. Nel contempo gli si faceva incontro e gli appoggiava la mano sul petto in maniera energica, quindi, tendendo il proprio braccio, inizialmente piegato, lo spingeva con forza all'indietro tanto da farlo arretrare di due passi, senza tuttavia procurargli dolore. Veniva comunque identificato dal direttore di gara tramite la tessera di riconoscimento usata per la chiama. Successivamente si presentava nello spogliatoio dell'arbitro minacciandolo di non riportare nel rapporto quanto accaduto pena gravi conseguenze".



Twitter @MatteoMarzotti


© Riproduzione riservata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi squalifica per un giocatore della Fortis Arezzo: fuori fino a giugno 2018

ArezzoNotizie è in caricamento