rotate-mobile
Sport

L'Arezzo si fa raggiungere in extremis (1-1). Paura per Carlini

Si mangiano le mani gli amaranto che hanno gettato alle ortiche una vittoria che alla vigilia poteva sembrare impossibile, ma che nel corso dei 90' era davvero a portata di mano. Per Capuano l'unica consolazione può essere il "nuovo Tremolada" in...

Si mangiano le mani gli amaranto che hanno gettato alle ortiche una vittoria che alla vigilia poteva sembrare impossibile, ma che nel corso dei 90' era davvero a portata di mano. Per Capuano l'unica consolazione può essere il "nuovo Tremolada" in vista del recupero di campionato mercoledì a Savona.

Il tecnico amaranto manda in panchina Tremolada dando fiducia a Betancourt per il ruolo di seconda punta nel rispolverato 3-5-2 con Carlini e Masciangelo esterni. La partita almeno fino alla mezz'ora è un monologo biancorosso. Il Teramo va in pressing costantemente e non lascia possibilità di gioco ai tre mediani amaranto. L'unico pericolo per la porta di Baiocco arriva da un calcio di punizione di Le Noci dopo 60 secondi di gioco con il pallone che esce a lato. Non è facile addomesticare il pallone sul sintetico del "Bonolis" e così la partita scivola via nonostante il buon ritmo fino alla mezz'ora quando gli amaranto perdono Carlini. Capece allarga sul terzino che riceve davanti alla panchina di Capuano. Carlini protegge palla e rimedia l'entrataccia da dietro di Perrotta. Un intervento deciso, simile per certi versi a quello che una settimana fa aveva mandato al tappetto Defendi, e che fa crollare a terra Carlini costretto a uscire in barella. L'Arezzo sembra destarsi dal torpore e prova con Betancourt a innescare Cori, ma la difesa del Teramo fa buona guardia. Nessun cambio durante l'intervallo e così la ripresa si apre con gli stessi ventidue visti all'opera nel primo tempo con un piccolo giallo: Gambadori e Madrigali entrano in campo con due maglie identiche nella numerazione. Un piccolo errore a cui pone rimedio la panchina amaranto tra le proteste dei padroni di casa. Capuano forte dell'uomo in più manda dentro Tremolada che al 60' tira fuori dal cilindro un sinistro imprendibile dalla trequarti per Tonti regalando all'Arezzo il vantaggio. Il Teramo è tutt'altro che domo e al 70' fa gridare al gol, ma l'arbitro annulla per offside. Vivarini non è d'accordo e così il signor Viotti lo allontana dalla panchina. Dopo un buon quarto d'ora gli uomini di Capuano arretrano il proprio baricentro e rischiano di capitolare all'86' quando Caidi da due passi manda il pallone alle stelle. E' il preludio del gol. In pieno recupero Gambadori e Tremolada non si intendono nel rinviare la sfera che danza pericolosamente sulla trequarti. Cenciarelli recupera il pallone e appoggia per Amodio che tutto solo infila Baiocco per il gol del pari.

Nel dopopartita arrivano notizia rincuoranti su Carlini. Il terzino amaranto uscito anzitempo in seguito all'entrata di Perrotta non avrebbe riportato alcuna frattura. Nelle prossime ore lo staff medico della società sottoporrà il giocatore ad ulteriori accertamenti.

TERAMO (3-4-3): 1 Tonti; 6 Caidi, 5 Altobello (17' pt 13 Brugaletta), 3 Perrotta; 2 Scipioni (38' st 19 Calvano), 4 Cenciarelli, 8 Amadio, 7 Cecchini; 11 Le Noci (16' st 22 Da Silva), 9 Moreo, 10 Petrella.

A disposizione: 12 Narduzzo, 14 Vitturini, 15 D'Orazio, 16 Loreti, 17 Di Paolantonio, 18 Palma, 20 Paolucci, 21 Monni.

Allenatore: Vincenzo Vivarini.

AREZZO (3-5-2): 1 Baiocco; 6 Madrigali, 2 Panariello, 5 Monaco; 3 Carlini (32' st Brumat), 4 Gambadori, 8 Capece, 7 Feola (7' st 18 Tremolada,), 11 Masciangelo; 9 Cori, 10 Bentancourt (16' st 17 Pugliese).

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 14 Milesi, 16 Ceria, 19 Calabrese, 20 Mariani.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Defendi, Del Magro, Sperotto, Vinci.

ARBITRO: Viotti di Tivoli (Mazzi di Brindisi - Falco di Bari). OA: Tenaglia di Perugia.

RETI: st 15' Tremolada, 48' Amodio.

Note - Recupero: 5' + 5'. Angoli: 7 a 1 per il Teramo. Ammoniti: pt 1' Carlini, 37' Masciangelo, 43' Monaco; st 37' Caidi, 40' Amadio. Espulsi: Perrotta al 29' pt per gioco scorretto: allontanato Vivarini al 25' st per proteste.

Lega Pro girone B, 10° giornata

Spal - Carrarese 1-0.

Lucchese - Pontedera 1-2.

Tuttocuoio - Savona 3-0.

Ancona - Santarcangelo 2-0.

Pistoiese - Maceratese 1-2.

Siena - Lupa Roma 2-0.

Pisa - L'Aquila 3-0.

Rimini - Prato 0-1.

Articoli correlati:

La classifica Twitter @MatteoMarzotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arezzo si fa raggiungere in extremis (1-1). Paura per Carlini

ArezzoNotizie è in caricamento