rotate-mobile
Sport

L'Arezzo rompe gli indugi e prova a chiudere con Calabro

La fumata bianca potrebbe arrivare anche in giornata. Il condizionale è d'obbligo perché di mezzo c'è ovviamente una trattativa da risolvere nel migliore dei modi. Da una parte ci sarà l'Arezzo con il disse Gemmi, il patron Ferretti e il vice...

La fumata bianca potrebbe arrivare anche in giornata. Il condizionale è d'obbligo perché di mezzo c'è ovviamente una trattativa da risolvere nel migliore dei modi. Da una parte ci sarà l'Arezzo con il disse Gemmi, il patron Ferretti e il vice Riccioli. Dall'altra lui, il mister che avrebbe superato la concorrenza di altri papabili alla panchina amaranto. Il tecnico in questione è Nicola Calabro, 40enne originario di Galatina in provincia di Lecce.

Proprio ieri Calabro ha risolto il contratto con la Virtus Francavilla formazione che lui stesso ha portato dall'Eccellenza fino ai playoff di Lega Pro. Il contratto in essere è stato risolto. Da quando sulle tracce del mister pugliese si erano messe Arezzo, Cosenza e altri club, si era capito che la società pugliese non avrebbe opposto resistenza alla partenza di Calabro.

Giovane, emergente e determinato per puntare alla B. Ecco l'identikit del tecnico tracciato dal triumvirato amaranto. Tutte doti che corrispondono proprio a Nicola Calabro. L'Arezzo sarebbe tra l'altro in netto vantaggio sulle rivali propendo (stando a quanto riporta la Gazzetta dello Sport) un biennale con opzione per il terzo anno in caso di Serie B.

L'incontro in terra romana potrebbe sancire il primo mattone della stagione 2017/2018. Da qui in poi si tornerà a parlare di calciomercato con la società amaranto che cercherà i giocatori più idonei al 3-5-2 del 40enne pugliese.

A meno che non si metta di traverso qualche dettaglio imprevisto il direttore sportivo Gemmi ha scelto a chi affidare la guida della prima squadra.

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arezzo rompe gli indugi e prova a chiudere con Calabro

ArezzoNotizie è in caricamento