menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arezzo_allenamento_Comunale_7

Arezzo_allenamento_Comunale_7

Prima l'allenatore, poi i giocatori. Arezzo al lavoro anche sul fronte giovanili

Allenatore, squadra e giovanili. Ecco l'ordine con il quale l'Arezzo si appresta ad operare sul mercato. Il primo nodo da sciogliere è quello dell'allenatore. "Il nuovo Cosmi" ha detto La Cava, lasciando intendere un emergente o comunque un...

Allenatore, squadra e giovanili. Ecco l'ordine con il quale l'Arezzo si appresta ad operare sul mercato.

Il primo nodo da sciogliere è quello dell'allenatore. "Il nuovo Cosmi" ha detto La Cava, lasciando intendere un emergente o comunque un tecnico in cerca di rilancio ma che conosce la categoria.

Tra i primi nomi accostati all'Arezzo c'erano quelli di Federico Giunti e di Loris Beoni. Il primo per il legame con il diggì amaranto Pieroni. Reduce anche dall'esperienza di Perugia e in cerca di una nuova sfida. Il secondo invece viene dall'avventura alla guida della Primavera del Napoli. Un aretino più volte accostato all'Arezzo e con un curriculum di tutto rispetto tra Sansovino e Gubbio solo per citare due piazze in cui Beoni si è messo in luce.

Nelle ultime ore però le due piste si sarebbero raffreddate, soprattutto quella che porterebbe a Giunti. L'Arezzo comunque vuole decidere per l'inizio della prossima settimana.

Sciolto il nodo allenatore spazio al mercato. La rosa sarà in buona parte rivoluzionata. Cenetti, Talarico, Benucci, Luciani, Cutolo, Belvisi e Foglia sono sotto contratto fino al 30 giugno 2019. Salvo offerte irrinunciabili o scelte tecniche resteranno. Sabatino e Moscardelli vorrebbero restare e con i due ci sarà un colloquio. Sicuramente dovrà essere ridiscusso l'ingaggio. Non sorprenderebbe poi che l'Arezzo possa fare un tentativo per prolungare il contratto di De Feudis.

Tra i giocatori in scadenza ecco Ferrario, Cellini e Muscat. Sul difensore maltese è forte l'interesse di alcuni club di serie C (Pisa) e serie B (Livorno).

Strutture e vivaio. Le Caselle restano al centro del progetto ma La Cava e Anselmi guardano anche all'antistadio. Anche il sindaco Ghinelli, ospite dell'ultima puntata della stagione di Block Notes, ha parlato di una apertura in tal senso.

Intanto la società amaranto sta saldando alcune pendenze che erano in essere con i settori giovanili di Santa Firmina e Olmoponte. Il nuovo Arezzo sta nascendo.

Twitter @MatteoMarzotti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento