La Cremonese espugna il Comunale (0-1). L'Arezzo scivola al quarto posto

Sottili conferma il 4-4-2 riproponendo dall'inizio Cenetti in mediana con Foglia e Yamga a sinistra. Nessuna sorpresa in casa Cremonese con Tesser che sceglie il 4-3-1-2 e lo stesso undici che lunedì ha superato l'Alessandria. Arezzo e...

 

Sottili conferma il 4-4-2 riproponendo dall'inizio Cenetti in mediana con Foglia e Yamga a sinistra. Nessuna sorpresa in casa Cremonese con Tesser che sceglie il 4-3-1-2 e lo stesso undici che lunedì ha superato l'Alessandria.

Arezzo e Cremonese partono subito su ritmi alti. Gli amaranto attaccano verso la Curva Sud e dopo 5' confezionano la prima palla gol: cross dalla sinistra, la palla arriva a Bearzotti che controlla e spara alto. La Cremonese replica subito e non sbaglia. Brighenti lavora un pallone sulla destra e mette al centro dove Stanco sul primo palo anticipa tutti e batte Borra. La risposta dell'Arezzo arriva al quarto d'ora quando Yamga in contropiede fa tutto da solo e manca di poco il bersaglio. La Cremonese ha vita facile sulla destra: Salviato va via in sovrapposizione e mette al centro, Stanco ancora una volta tutto solo manda alle stelle.

L'Arezzo chiude la Cremonese nella propria metà campo. Gli animi si scaldano e l'arbitro Amoroso per riportare l'ordine ammonisce dopo una baruffa davanti alla panchina di Tesser l'amaranto Cenetti e il grigiorosso Pesce. L'Arezzo insiste con i cross ma i centrali della Cremonese non sbagliano. Ci prova allora Luciani con una gran botta da fuori che Ravaglia devia in corner. Nonostante il forcing all'intervallo il punteggio è di 1-0 per la Cremonese.

La ripresa si apre su ritmi decisamente più bassi. La Cremonese controlla un Arezzo che crea ben poco per provare a imbastire il pari. Sottili manda dentro Grossi per Luciani con l'Arezzo che mantiene il 4-4-2 facendo scalare in difesa Bearzotti. L'ex Padova al 65' si rende protagonista con un cross per Polidori che di testa manda a fil di palo. Sottili tenta anche la carta Erpen che torna in campo a distanza di 56 giorni dall'ultima apparizione. L'Arezzo si dispone con un 3-4-1-2 dove Grossi va in mediana ed Erpen alle spalle delle due punte. Nonostante l'assetto offensivo non accade più nulla. L'Arezzo registra il secondo ko di fila (prima volta in stagione) ma quello che più fa riflettere è sicuramente la difficoltà nel creare palle gol nonostante la mole di gioco. Da rivedere l'arbitraggio del signor Amoroso con alcune scelte alquanto discutibili. Intanto la Cremonese resta seconda e tiene il passo dell'Alessandria mentre l'Arezzo dopo un mese di gennaio di urlo scivola al quarto posto. AREZZO (4-4-2): 22 Borra; 16 A. Luciani (15' st 11 Grossi), 6 Barison, 4 Solini, 3 Sabatino; 21 Bearzotti (31' st 5 Masciangelo), 20 Cenetti (31' st 10 Erpen), 8 Foglia, 17 Yamga; 18 Polidori, 9 Moscardelli.

A disposizione: 26 Farelli, 2 Muscat, 13 De Feudis, 14 Demba, 15 D’Ursi, 23 L. Luciani, 24 Rosseti, 25 Arcidiacono.

Allenatore: Stefano Sottili.

Diffidati: De Feudis, Luciani A. Indisponibili: Benassi, Ferrario. Squalificati: Corradi.

CREMONESE (4-3-1-2): 1 Ravaglia; 4 Salviato, 21 Canini, 28 Bastrini, 26 Ferretti; 23 Scarsella (42' st 8 Cavion), 18 Pesce, 7 Belingheri; 20 Perrulli (18' st 17 Porcari); 11 Stanco, 9 Brighenti (46' st 6 Lucchini).

A disposizione: 12 Bellucci, 22 Galli, 2 Procopio, 10 Maiorino, 14 Moro, 16 Talamo, 19 Scappini, 29 Redolfi.

Allenatore: Attilio Tesser.

ARBITRO: Carlo Amoroso di Paola (Antonello Mangino di Roma 1 - Antonio Santoro di Roma 1).

RETI: pt 9' Stanco.

Note - recupero: 0' + 5'. Angoli: 8-0. Ammoniti: pt 27' Cenetti, 27' Pesce; st 5' Barison, 17' Ferretti, 30' Moscardelli, 32' Borra. Lega Pro girone A 27° giornata

Siena - Racing Roma 1-2

Lupa Roma - Lucchese 3-1

Piacenza - Pistoiese 1-0

Renate - Livorno 0-0

Alessandria - Tuttocuoio 3-0

Como - Prato 0-0

Giana Erminio - Olbia 1-0

Pontedera - Viterbese 1-2

Carrarese - Pro Piacenza 0-3.

Articoli correlati:

Atteggiamento giusto, ma poche idee: cade il fortino. L'Arezzo recrimina con l'arbitro

La classifica

La fotogallery Twitter @MatteoMarzotti

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento