La Cava-Pieroni: al lavoro per preparare un'offerta di acquisto. "La squadra? Pretendiamo il cento per cento"

"Stiamo preparando un'offerta di acquisto irrevocabile per l'Arezzo". Parole di Ermanno Pieroni. L'ex diesse amaranto, ieri in tribuna per assistere alla sfida con il Gavorrano, interviene non solo sull'asta che andrà in scena a metà aprile...

Pieroni

"Stiamo preparando un'offerta di acquisto irrevocabile per l'Arezzo". Parole di Ermanno Pieroni. L'ex diesse amaranto, ieri in tribuna per assistere alla sfida con il Gavorrano, interviene non solo sull'asta che andrà in scena a metà aprile. Pieroni commenta anche la prova della squadra contro i maremmani. "Ci sono giocatori esperti che possono e devono dare più perché a noi l'Arezzo interessa ben oltre il 30 giugno".

Partiamo dall'asta. Lei e La Cava siete a conoscenza del fatto che potrebbe esserci a metà aprile?

"Insieme a Giorgio La Cava abbiamo incontrato giovedì scorso a Roma i due curatori - spiega Pieroni - un incontro molto costruttivo e concreto. Abbiamo apprezzato la loro disponibilità per trovare la migliore soluzione e risolvere il problema dell'Arezzo. Serviranno certamente dei soci che dovranno impegnarsi dal punto di vista economico. Diciamo pure che stiamo valutando una proposta per presentare un'offerta di acquisto irrevocabile per l'azienda Arezzo. Sarà l'azienda e non il titolo sportivo ad andare all'asta. Sono stati fissati dei termini per allestire la nuova società che dovrà rilevare l'azienda Arezzo".

Si parla di due settimane, è corretto?

"Diciamo di sì anche perchè c'è la Pasqua alle porte. Faremo il possibile per venire incontro a questa proposta lodevole da parte dei curatori. Cerchiamo tutti la migliore soluzione - prosegue Pieroni - per garantire un futuro all'Arezzo. Ieri tra l'altro insieme a Giorgio La Cava ho incontrato il sindaco Ghinelli e alcuni imprenditori aretini. Devo dire che il primo cittadino si sta impegnando come non mai per risolvere questa situazione. Stiamo verificando la disponibilità di ulteriori adesioni al progetto che vorremmo realizzare, un progetto triennale. Vogliamo gettare le basi e se dovessero avvicinarsi imprenditori aretini tanto meglio".

Ad ogni modo si è parlato anche di imprenditori non aretini.

"Ci sono due-tre situazioni importanti. Noi comunque daremmo preferenza a imprenditori aretini. Serve l'aiuto di tutti. Quello delle istituzioni che sono in prima linea, dell'imprenditoria e poi dei tifosi. Ieri non hanno fatto mancare il loro sostegno alla squadra e meritano un plauso. I tifosi hanno dimostrato di tenere alla categoria. Per realizzare questo progetto serve che tutte le componenti diano il massimo, compresa la squadra. A tal proposito vorrei aggiungere una cosa..."

Prego...

"Noi garantiamo il pagamento fino all'ultimo euro di quanto spetta ai giocatori da qui al 30 giugno. Stiamo dando il cento per cento e lo stesso devono fare la squadra, soprattutto quei giocatori con maggiore esperienza e qualità. Vogliamo la permanenza in serie C. Ho sempre elogiato la squadra perché ne ha passate e visti di tutti i colori. E' un gruppo con importanti valori morali a cui abbiamo dato la certezza di poter ricevere quanto spetta loro. Non chiediamo ma pretendiamo il cento per cento. I tifosi si sono mobilitati, ci sono imprenditori che hanno messo mano al portafoglio,altri pronti a investire. Non vogliamo certo vanificare tutti questi sacrifici".

Qual è quindi il suo giudizio sulla prova di ieri contro il Gavorrano?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
"La squadra si è espressa per certi aspetti bene - commenta Pieroni - ha lottato e nel finale ho anche pensato potesse arrivare il gol della vittoria. Ci sono tante assenze in questo momento. Per fortuna alcuni giocatori torneranno presto. Ripeto però che ci sono giocatori che possono e devono dare di più. E' lecito aspettarsi un apporto importante prima da quei calciatori con esperienza e poi dai ragazzini alcuni dei quali ieri sono stati tra i migliori in campo. Chi ha esperienza e qualità tecnica deve tirar fuori l'Arezzo da una posizione in classifica non ottimale".

Articoli correlati:

Us Arezzo, asta a metà aprile. Un milione di euro è quanto serve per arrivare a giugno Twitter @MatteoMarzotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento